Sindaco ottiene finanziamento per affittacamere, si grida allo scandalo ma Tutolo smonta le accuse: "Ecco la verità"

La diretta del sindaco Antonio Tutolo che chiarisce la questione del finanziamento del bando Gal per le attività ricettive

 

Un'accusa fatta circolare su WhatsApp affinché l'intera popolazione venisse a conoscenza del fatto che il sindaco di Lucera e i suoi familiari - attraverso un bando del Gal Meridaunia - avevano ottenuto un finanziamento di 35mila euro come forma di sostegno alle attività turistiche-ricettive. Altri 35mila più iva sono a carico dei beneficiari del finanziamento.

Un messaggio che dalle parti della città federiciana ha fatto gridare allo scandalo almeno fino a quando il sindaco Antonio Tutolo - costretto a difendersi dall'attacco sferrato dai suoi oppositori - non ha affidato a Facebook i chiarimenti sulla vicenda.

Vero, il primo cittadino ha partecipato a quel bando, ma solo in terza istanza, ovvero dopo che il secondo bando era andato deserto. In prima istanza avevano partecipato 12 soggetti, mentre Tutolo no "perché ho pensato non fosse il caso e che sarebbe stato antipatico" spiega.

Approvati i progetti, per impegnare le somme avanzate ed assegnare i restanti 588mila euro, il Gal Meridaunia faun secondo bando, "se non ricordo male lo condivisi su Facebook o condivisi l'articolo". Nulla di fatto, nessuno vi partecipa. 

Ll'agenzia di sviluppo dei Monti dauni fa una ulteriore proroga di 30 giorni. Qui Tutolo si convince a partecipa: "A questo punto mi sono chiesto perché non avrei dovuto partecipare, visto che non avrei tolto nulla a nessuno". Insieme ad altri sette soggetti il primo cittadino ottiene il finanziamento. 

E i soldi non sono finiti. Altro bando in vista. "Abbiamo tolto qualcosa a qualcuno? Non l'ho tolta a nessuno" spiega il sindaco: "Sono amareggiato, questo significa lasciarsi trasportare dal cuore e tentare di investire sul territorio. Se c'è da fare un passo indietro io l'ho sempre fatto e l'avevo fatto anche in questa occasione, ma se c'è da fare il deficiente perché sono il sindaco, onestamente non ne capisco la ragione. Spero non di avere gli stessi diritti, ne voglio qualcuno in meno, ma se c'è qualcosa che si deve buttare, bè, credo di essere anch'io un cittadino di Lucera, non prima di te ma un attimo dopo che almeno mi sia concesso. Questo è il caso preciso" chiosa Tutolo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento