Ci sono leghisti anche in Capitanata: 40 a Foggia e 95 a Lucera

Elezioni Politiche 2013: in Puglia 1469 votanti hanno barrato il simbolo della Lega Nord al Senato e 1457 alla Camera

In quei contenitori di cartone dove al termine della votazione ciascun elettore inserisce la propria scheda elettorale, spesso si nascondono delle verità che fanno pensare che qualcosa davvero non vada o non vada per il verso giusto. Ieri pomeriggio, durante lo spoglio dei voti, scrutinatori foggiani hanno dovuto fare i conti, seppur una tantum, con un simbolo di un partito, ostile al Sud, contrassegnato per ben 382 volte al Senato e 355 alla Camera.

Un dato che da queste parti fa notizia e lascia un po’ tutti a bocca aperta. Anche in Capitanata c’è un gruppetto di leghisti. Pochi, davvero pochi, ma ci sono. A Foggia sono in 40, a Lucera 95, a Manfredonia 21 e a San Marco in Lamis ben 58. Anche in Puglia 1469 votanti hanno barrato il simbolo della Lega Nord al Senato e 1457 alla Camera.

Perché l’abbiano fatto? Non è dato sapersi. Resta però questo l’interrogativo al quale urge immediatamente trovare una risposta. E una soluzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Ragazza trovata morta nel bagno della sua stanza: la tragedia nella residenza universitaria Einstein di Milano

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

  • Federica, la ricercatrice che combatteva contro le ingiustizie strappata alla vita da un aneurisma cerebrale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento