Tarquinio eletto al Senato: "Per la politica è l'ora della responsabilità"

"A prescindere dagli schieramenti partitici, mi auguro possa nascere intesa con parlamentari per il futuro della Capitanata"

Lucio Tarquinio

"Non è stata una sorpresa, come qualcuno vuole far credere, la vittoria del Pdl in Puglia: è la naturale conferma di una fiducia che i pugliesi sanno di poter riporre in un partito che ha dimostrato di saper interpretare con competenza e serietà, facendosene carico, le problematiche e le aspettative di tutto il territorio". È il primo commento che Lucio Tarquinio, unico foggiano eletto al Senato della Repubblica, ha rilasciato sui risultati delle elezioni parlamentari.

Certo, rappresentare da solo in Senato la Capitanata mi inorgoglisce ma mi richiama anche ad una maggiore responsabilità verso la nostra città e la nostra provincia che, mai come in questo momento, sta vivendo una delicata crisi di crescita non solo economica ma soprattutto di valori. L'ampio, rispettabile, voto di protesta tributato al movimento di Beppe Grillo è, di fatti, la testimonianza di un bisogno spasmodico da parte della gente  di punti di riferimento credibili.

Ed è questo bisogno che la politica seria deve tornare ad interpretare, ricostituendo anche in Capitanata un rapporto di vicinanza con il territorio che in questi ultimi anni buona parte della classe politica e dirigenziale ha reso orfano di attenzioni preziose per recepire e comprendere le necessita concrete, quotidiane, che le persone manifestano. Questo hanno chiesto a Beppe Grillo i tanti foggiani che hanno avvertito e sofferto l'assenza di una politica fattiva, a destra come a sinistra.

Bene, dopo la legittima protesta giunge l'ora della responsabilità; e la responsabilità, che il governo di una nazione e di una provincia come la nostra richiede, è sempre figlia dell'esperienza, della competenza, della ponderazione. Demolire è mestiere facile, costruire è un'arte che non s'improvvisa. Questo lo sanno bene anche i miei colleghi foggiani eletti in Parlamento, con i quali mi auguro possa nascere un'intesa che, a prescindere dagli schieramenti partitici, abbia come unica preoccupazione il futuro della provincia di Foggia", conclude Tarquinio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • E’ inutile, non si arrendono. Il 64enne, a sua volta, è al sevizio di un 77enne… tutti insieme per il rinnovamento.
    A questo punto potrei candidarmi pure io, non sarei tanto fuori per l’età e tra poco si tornerà nuovamente alle urne.

  • Pensare al futuro votando un 64 enne?.......davvero io non capisco ! Solo noi giovani possiamo cambiare le cose.......Quest'uomo in 20 anni non ha cambiato nulla.........anzi...si....ha cambiato le sue entrate economiche ed aumentato le sue ricchezze.....

  • "Come preoccupazione il futuro di foggia".......se segue il pensiero di Berlusconi allora a Foggia apriranno bordelli, bunga bunga, tro.iette nei posti migliori, un rubare collettivo...........che bello......che bel futuro si prospetta.....dice sempre le stesse cose.....e tutti coloro che lo votano per avere un posto di lavoro non capiscono che "il vero posto di lavoro".....lo danno a lui !
    COMPLIMENTI A TUTTI !!!!

  • o lup va fatic...

  • no comment

Notizie di oggi

  • Politica

    Ultim'ora, il Movimento 5 Stelle ha scelto: il candidato sindaco di Foggia è Giovanni Quarato

  • Cronaca

    Sversamenti illegali a Deliceto, M5S all'attacco: "Citare Bonassisa per danni e rendere giustizia ai morti"

  • Cronaca

    Omicidio a Mattinata, Gentile ucciso a colpi di fucile: nella notte eseguiti sei stub e una dozzina di perquisizioni

  • Politica

    Dopo i colpi di 'bassa Lega', Antonio Vigiano riparte 'a testa alta': "Resto con Salvini ma il partito cambi rotta"

I più letti della settimana

  • Gino Lisa, ecco il piano di sviluppo dell'aeroporto per una Foggia Città d'Europa

  • Omicidio a Mattinata, Francesco Pio Gentile ucciso in un agguato sotto casa

  • Paura a San Nicandro: litigano in strada per un incidente, uno dei due estrae una pistola e spara contro l'auto "nemica"

  • Sfida i carabinieri in sella a una moto, gestacci e insulti ma durante la fuga si schianta contro un palo: arrestato

  • "Antonio per me era un fratello", il grande cuore di Denny nel brano-ricordo 'E mo’ si n’angelo': "E' per te amico mio"

  • Tragico incidente in viale XXIV Maggio: auto investe e uccide cane, padrone in ospedale per un malore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento