Fa una “foto ricordo” al voto, ma viene tradito dal rumore dello scatto

L'episodio è accaduto durante le votazioni del 24 e 25 febbraio. Il rumore della fotocamera è stato fatale al 68enne di Carpino

Scatto foto

A Carpino, il presidente di un seggio, ha richiesto l’intervento dei carabinieri perché durante le votazioni, ha udito uno strano rumore proveniente dall’interno di una cabina elettorale, tipico di una fotocamera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo un 68enne di Carpino è stato deferito in stato di libertà con l’accusa di avere scattato una foto alle schede elettorali dopo aver esercitato il diritto di voto. L’autore si è giustificato dicendo che voleva tenere le foto come ricordo. Un episodio analogo era avvenuto due anni fa a San Marco in Lamis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento