Fa una “foto ricordo” al voto, ma viene tradito dal rumore dello scatto

L'episodio è accaduto durante le votazioni del 24 e 25 febbraio. Il rumore della fotocamera è stato fatale al 68enne di Carpino

Scatto foto

A Carpino, il presidente di un seggio, ha richiesto l’intervento dei carabinieri perché durante le votazioni, ha udito uno strano rumore proveniente dall’interno di una cabina elettorale, tipico di una fotocamera.

Per questo motivo un 68enne di Carpino è stato deferito in stato di libertà con l’accusa di avere scattato una foto alle schede elettorali dopo aver esercitato il diritto di voto. L’autore si è giustificato dicendo che voleva tenere le foto come ricordo. Un episodio analogo era avvenuto due anni fa a San Marco in Lamis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Scacco matto alla pericolosa 'Banda del Buco', otto arresti tra Foggia e San Severo: i nomi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento