Elezioni Politiche 2013 | Accadia: Sansano e Russo scelgono ‘Centro Democratico’

La scelta di Sansano e Russo, potrebbe presto essere condivisa da altri amministratori del Comune del Subappennino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Continua il lavoro del Centro Democratico per il rinnovo di Camera e Senato. Nelle scorse ore, il capolista nella corsa verso Palazzo Madama, Nicola Canonico, accompagnato dalla numero 3 della stessa lista, Annarita Palmieri, dall’avvocato e aspirante senatrice ascolana, Giusy Sciarappa e dall’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Foggia, Pasquale Pellegrino, era ad Accadia per incontrare il consigliere comunale Antonio Russo e l’assessore allo Sport e Politiche giovanili, Vito Sansano, entrambi decisi ad ufficializzare il passaggio al Centro Democratico.

Una scelta, spiega Sansano, oramai ex SEL, dettata dalla delusione per le scelte fatte dal leader di Sinistra Ecologia Libertà che ha dato il via libera alla realizzazione di un inceneritore a biomasse ai piedi di Sant’Agata di Puglia. La scelta di Sansano e Russo, potrebbe presto essere condivisa da altri amministratori del Comune del Subappennino.

Intanto, Nicola Canonico e Annarita Palmieri, sempre coadiuvati da Giusy Sciarappa e da Pasquale Pellegrino, sono a lavoro per organizzare la convention provinciale del partito la cui data e location sarà presto resa pubblica. “Sarà un appuntamento importante non soltanto per noi candidati e per chi già ha scelto di aderire al progetto politico del Centro Democratico - afferma Annarita Palmieri - ma anche per tutti quei cittadini che, oramai, non credono più nella politica e nella possibilità che possa esserci un cambiamento, un’inversione di rotta che ci porti fuori dal baratro in cui ci troviamo.

Il cambiamento, per essere reale deve partire dall’ossatura dello Stato, deve partire dal popolo. L’obiettivo del Centro Democratico è quello di dare voce e rappresentanza alla società civile, quella che sta fuori dai palazzi del potere e che può esercitare quella sovranità popolare costituzionalmente riconosciuta, andando alle urne con le idee ben chiare, mettendosi in gioco per rifondare, in modo radicale, le istituzioni politiche, sociali ed economiche del Paese.”

I più letti di oggi


    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento