Troppe partite in ballo, a San Severo il centrodestra è (ancora) diviso. Caposiena: "Bocola chiarisca se vuole sostegno"

A dieci giorni dalle primarie, l'unità non è ancora raggiunta nella coalizione. Appello della dirigente azzurra dalle colonne di Foggiatoday: "Il candidato sindaco chiarisca le sue posizioni su temi cruciali"

Dieci giorni. Tanti son passati dalle primarie del centrodestra a San Severo e ancora non si è capito con quale e quanta unità la coalizione di centrodestra scenderà in campo. E manca poco alle presentazione delle liste. L’ex aequo politico con cui le due candidate di Lega e Forza Italia, Marianna Bocola e Rosa Capolinea, hanno tagliato il traguardo delle primarie del 31 marzo (con la vittoria della prima sulla seconda di una manciata di voti), consente oggi agli azzurri di “battere cassa” e li legittima rispetto alle richieste di co-governo che sarebbero state vergate nere su bianco in un documento politico. Che, però, dalle parti della Lega sanseverese non si avrebbe alcuna voglia di sottoscrivere. La sensazione è che non sia solo una questione politica. Tante sono le questioni aperte e i settori cruciali sui quali dovrà mettere mano la prossima amministrazione (dai temi ambientali come l’impianto di compostaggio a quello solare, ma anche gli appalti: rifiuti, tributi, solo per dirne due). Strategico è per chi vince lasciarsi le mani libere, sì da poter decidere con maggiore autonomia. D’altronde le due donne neanche si parlano, i padri ancora meno. Come si tiene insieme un ticket del genere? Perché è a quello che dal quartier generale azzurro si mira: la vicesindacatura per Caposiena. Che, contattata da Foggiatoday, non ha alcuna intenzione di fare un passo indietro: “Se sostengo Bocola? Prima voglio conoscere la posizione del candidato sindaco rispetto a quella messa in campo dall’opposizione negli ultimi cinque anni. San Severo è stata oggetto e sarà oggetto di operazioni politiche ed imprenditoriali molto forti. Mai consentirò di essere smentita rispetto alla mia azione”. Il tema è politico e ci sta tutto. Qual è il programma del candidato sindaco e su quali direttrici si muoverà? Come Bocola si smarcherà dall’amministrazione uscente di centrosinistra che ha sostenuto fino ad un mese prima delle primarie?

Caposiena, a che punto siamo?

A un punto morto. Io non ho avuto interlocuzioni dirette con Bocola, ci siamo solo viste al tavolo provinciale della coalizione sabato scorso dove sono emerse queste problematiche rispetto alla conoscenza del programma e della posizione del candidato sindaco sui grani temi che interessano San Severo.

Quali dubbi nutre?

Non vorrei correre il rischio di essere contraddetta rispetto a tutto quello che è stato in questi cinque anni. Quando alcuni dei nodi più importanti verranno risolti, avremo la risposta anche rispetto alla unità o meno della coalizione.

C’è il tentativo di far valere il risultato in sede di urna e quindi di strappare delle posizioni di co-governo?

Rivendichiamo l’ex aequo politico, gli accordi sono ancora da definire. Una cosa deve essere chiara in premessa: vincere per un soffio non è certo una vittoria politica ma numerica.

A Foggia si sta elaborando un documento politico che mira a mettere in strettissima connessione sindaco-giunta-partiti. Cosa ne pensa?

Che se vale per Foggia, per il candidato sindaco di Forza Italia, deve valere anche per San Severo, per la candidata della Lega. E’ esattamente quello che chiediamo.

E se questi ‘nodi’ di cui parla non si dovessero sciogliere?

Potrei non fare nessun accordo.

Caposiena o Forza Italia?

Io parlo per me, non decido le linee provinciali. Convocherò il direttivo cittadino e decideremo il da farsi rispetto alle posizioni personali di ciascuno. Certi temi devono farci stare tranquilli.

Sembra “roba grossa”.

San Severo è stata oggetto e sarà oggetto di operazioni politiche ed imprenditoriali molto forti.

C’è la possibilità, dunque, anche di vederla in campo da sola?

Potrei. Ma non è la mia volontà. Sarebbe un obbligo ad un certo punto.

Quando vi incontrerete di nuovo?

Sinceramente non lo so e tra poco si presentano le liste. Al momento è come chiedere un appoggio a scatola chiusa. Impossibile. Aspettiamo di capire. Mi auguro si voglia esser chiari e preservare l’unità così come ho fatto io, accettando le primarie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Ultim'ora | Carabinieri 'rastrellano' il Foggiano: scatta il blitz anticrimine, in azione elicottero e unità cinofile

  • Blitz anticrimine nel Foggiano: pioggia di arresti dalle prime luci dell'alba, 180 carabinieri alla ricerca di armi e droga

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Folle fuga in A14: foggiano su un'auto rubata forza posto di blocco, sfonda casello e poi si schianta contro un muretto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento