Cala la tari del 20% e investimenti sui rifiuti, Monteleone rivendica il risultato: "Aumentata anche la differenziata"

Sono i dati enunciati dal primo cittadino di Torremaggiore fino allo scorso dicembre e oggi candidato Sindaco alle elezioni di maggio, sostenuto dall’Udc, da Agire per Torremaggiore e da L’altra Italia

Il Comune di Torremaggiore, attualmente retto dal commissario prefettizio, ha approvato nelle scorse settimane il piano finanziario relativo alla gestione dei rifiuti urbani e, conseguentemente, con delibera n°49 del 26/03/2019, le relative tariffe per la Tari 2019. Il calcolo delle tariffe che saranno chiamati a pagare nel corso di quest'anno i cittadini e le imprese torremaggioresi, fanno riferimento ai dati del 2018. “Ottime notizie mi sento di preannunciare ai miei concittadini perché, dalla lettura dei dati ufficiali, è prevista una nuova riduzione della Tari fino al 20% di media per le utenze non domestiche (bar, capannoni, negozi, ecc) e si avrà leggera riduzione anche per quelle domestiche 1/2%”, afferma Pasquale Monteleone, primo cittadino del Comune dell’Alto Tavoliere fino allo scorso dicembre e candidato Sindaco alle elezioni del prossimo 26 maggio, sostenuto dall’Udc, da Agire per Torremaggiore e da L’altra Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo importante abbassamento della tassa sui rifiuti va ad aggiungersi a quello applicato lo scorso anno, sempre dalla mia Amministrazione, dove ci fu una riduzione fino al 20% per utenze non domestiche e fino al 9% per quelle domestiche. Una grande ulteriore boccata di ossigeno per imprese e famiglie della nostra città a conferma che in poco più di 2 anni abbiamo rivoluzionato la gestione dei rifiuti – commenta Monteleone che prosegue - Siamo potuti giungere a questo storico risultato per i cittadini in poco tempo se consideriamo che al nostro insediamento la percentuale di differenziata era ferma al palo, intorno al 16%, e nel 2018 abbiamo chiuso quasi al 57% Queste riduzioni si inseriscono nel più complesso quadro di gestione del comparto ambientale che ha visto anche assegnare il nuovo appalto della raccolta e smaltimento dei rifiuti avvenuto nei giorni a cavallo della caduta dell’Amministrazione da me guidata. Appalto che prevede maggiori risorse per la gestione del servizio e nuovi investimenti su personale, spazzamento, un disciplinare più puntuale ed attento di quello che trovammo e che, unito alla realizzazione di una vera isola ecologica finanziata dalla Regione lo scorso anno, dovrà necessariamente migliorare la qualità del servizio”, conclude Lino Monteleone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

  • Coronavirus: due casi in provincia di Foggia, solo quattro in tutta la Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento