Raviele e Livron puntano su educazione e videosorveglianza: “Così si argina l’emergenza criminalità”

Le dichiarazioni dei due candidati della Lista Pertosa: “Sposiamo all’interno del nostro programma elettorale un concreto impegno, tradotto in future azioni, per collaborare ad arginare atti delinquenziali”

“La cronaca ci offre continui spunti per ritenere che a Foggia vi sia una vera e propria emergenza sul fronte della sicurezza, tanto a livello di macrocriminalità quanto di microcriminalità.

In questi giorni, a soli tre mesi dalla precedente, la visita della Commissione parlamentare Antimafia continua a tenere scandito ed accorato l’impegno delle istituzioni sul fronte della legalità nel territorio. Contestualmente il progetto promosso dalla Polizia di Stato per avvicinare i piccoli studenti alla cultura della legalità, avvia la distribuzione dell’agenda scolastica “Il mio diario”, ricca di pillole di storia, educazione civica e Costituzione, proprio nelle scuole primarie della città di Foggia, per testimoniare appunto il complesso stato del tessuto sociale locale.

In questa fase di assoluta emergenza ci sentiamo parte attiva e promotori in tal senso attraverso l’evento organizzato già qualche mese addietro dal nostro candidato sindaco Giuseppe Pertosa, intitolato “Il cammino della Legalità”.

Vogliamo essere strumento a disposizione di questa nobile causa, pertanto sposiamo all’interno del nostro programma elettorale un concreto impegno, tradotto in future azioni, per collaborare ad arginare atti delinquenziali.

Riteniamo senza dubbi che una città sia più sicura solo se meglio controllata e per questo riteniamo fondamentale investire nella videosorveglianza delle strade cittadine. Sotto tale aspetto pensiamo che offrire incentivi agli esercenti commerciali che si doteranno di un nuovo sistema di videosorveglianza possa essere una misura utile e intelligente.

A questo affianchiamo la creazione di un nuovo protocollo che permetta un più agevole accesso al fondo nazionale di solidarietà per tutte quelle attività colpite dal racket o dall’usura, come già avvenuto in altre realtà. Anche le attività commerciali che godono di una assicurazione, dopo aver subito atti delinquenziali che paralizzano l’attività stessa, devono purtroppo attendere tempi a volte biblici per l’ottenimento di una parte del danaro speso per il ripristino.

Con il fondo di solidarietà sarà il Comune ad occuparsi del ripristino immediato dell’attività commerciale, supplendo pertanto al disagio non solo economico ma anche psicologico del piccolo imprenditore che non dovrà anticipare un centesimo per veder nuovamente operativa la propria attività. Il territorio foggiano merita di essere riscattato, all’insegna della sicurezza, della moralità, della civiltà; una terra libera è una terra sicura, una terra sicura è libera”, così dichiarano Luigi Raviele e Antonietta Veronica Livron, candidati al consiglio comunale nella Lista Pertosa, a sostegno del candidato sindaco Giuseppe Pertosa.

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Alla scoperta dell'incantevole Lago di Lesina, il secondo più vasto dell'Italia meridionale

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato sulla SP 66: le telecamere riprendono la vittima mentre riempie la tanica di benzina con cui si è data fuoco

  • Incidente mortale tra San Severo e Apricena, violento scontro tra auto e tir: purtroppo c'è una vittima

  • Incidente mortale, scontro tra scooter e volante della polizia: muore portapizze. I testimoni: "Botto fortissimo"

  • Il mare della Puglia è il terzo più bello d'Italia: quello di Vieste, Mattinata, Tremiti e Monte premiato con 4 vele

  • Franco Landella è di nuovo sindaco di Foggia

  • Macabro ritrovamento lungo la Provinciale 66: auto in fiamme, dentro c'è un cadavere

Torna su
FoggiaToday è in caricamento