"Punto primo" conteso: lo slogan seduce Iaccarino, che copia Cavaliere. Lo staff lo diffida: "Lo uso e vado oltre"

E se Cavaliere, sportivamente, la mette sull’ironia, quella che, a primo acchito, appariva una provocazione, pare abbia a monte una precisa finalità: smontare i “punti primo” del centrosinistra

Tizio copia il claim, Caio lo diffida dall’usarlo. Se questi sono i temi della campagna elettorale a Foggia, siamo in una botte di ferro. Accade che a Leonardo Iaccarino, già candidato sindaco Udc alle primarie del centrodestra e oggi nella coalizione di Landella come candidato consigliere in quota Forza Italia, sia balenata la (in)felice idea di “fare il verso” nella sua campagna elettorale al candidato sindaco del centrosinistra, Pippo Cavaliere, utilizzando il suo claim, ‘Punto Primo’.

A stretto giro di posta la replica dallo staff di Cavaliere: “Gentile signor Leonardo Iaccarino – è scritto sulla pagina fb del candidato-, La invitiamo a rimuovere quanto più rapidamente possibile la foto del manifesto elettorale che riprende il claim del candidato sindaco Pippo Cavaliere. 
La richiesta è motivata dalla necessità di tutelare il lavoro creativo svolto da chi lo ha ideato e dalla necessità di non provocare confusione tra gli elettori, essendo la Sua candidatura inserita in una lista che non è collegata al candidato sindaco Pippo Cavaliere. Attendiamo il Suo cortese e celere riscontro”.

Che in realtà non si è fatto attendere, con una sfilza di ‘punti primo’ per tutta risposta rifilati da Iaccarino allo staff: “Punto primo non dimenticare che la campagna elettorale finisce...l'amicizia non passa”,  “Punto primo ho deciso che da oggi anch'io avrò solo primi punti”, “Punto primo mi dispiace che non si è colta l'ironia, “Punto primo Buon pranzo”,  “Punto primo in bocca al lupo per tutto”, “Punto primo rimarrà qualche altro giorno”. Per finire con un nuovo manifesto: “A questo punto abbiamo punto”.

E se Cavaliere, sportivamente, la mette sull’ironia, quella tuttavia che, a primo acchito, appare una provocazione, pare abbia a monte una precisa finalità elettoralistica: smontare i “punti primo” del candidato del centrosinistra. “Dalla prossima settimana partiremo con una campagna mirata di punti progressivi (punto primo, punto secondo, punto terzo, etc., ndr) per far comprendere alla città che i ‘punti primi’ di Cavaliere altro non sono che vuoti slogan - anticipa a Foggiatoday Iaccarino-. Perché il candidato del centrosinistra mi deve dire cosa c’è dopo il ‘titoletto’, deve entrare nel merito degli argomenti che pone sui manifesti. Troppo facile fermarsi al ‘punto primo’”. Cosa abbia in serbo Iaccarino ancora non lo svela. “Andremo oltre i ‘punti primo’, questo è certo. Almeno dieci i 6x3 già pronti” fa soltanto sapere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La campagna elettorale va (anche) così.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

  • "Chiudo la movida". Emiliano: "Sono pronto". E nella 'Spaccanapoli' di Foggia assembramenti senza mascherine

Torna su
FoggiaToday è in caricamento