Primarie mettono fine all’era Mongelli: è Marasco il candidato sindaco

Augusto Marasco rappresenterà il centrosinistra alle elezioni del 25 e 26 maggio prossimi. Sarà lui a sfidare Landella, Lambresa e Miranda. Sconfitto il sindaco Gianni Mongelli. Terzo Frattarolo, poi Saraò e Abate

Augusto Marasco circondato dai giornalisti

E’ Augusto Marasco il candidato sindaco del centrosinistra di Foggia. L’ex assessore all’Urbanistica si è aggiudicato le primarie strappando la vittoria a Gianni Mongelli, favorito alla vigilia ma staccato di ben 1676 voti. Una vittoria netta. Terzo il renziano Lorenzo Frattarolo. A seguire Rita Saraò e Nino Abate. 

Le carte scoperte del sindaco non sono riuscite ad avere la meglio su #Magari Marasco. L’architetto ha battuto l’ingegnere, portando a casa la sfida personale che sin dall’inizio lo ha visto contrapposto al primo cittadino. Precisamente da quando il 12 febbraio, a una settimana dalla presentazione delle liste, Mongelli gli aveva tolto la delega all’Urbanistica accusandolo di tradimento e costringendolo, il giorno dopo, a rassegnare le dimissioni.

Poi, il 14 febbraio l’annuncio: “Mi candido alla primarie. Spero di riuscire a sollecitare un impegno civico diffuso e l’orgoglio di una città smarrita”. Da allora è stato un crescendo di consensi. Le polemiche e le accuse mosse nei confronti di Marasco, tacciato di non appartenere al Partito Democratico e di cercare voti nel centrodestra, non hanno svilito la forza delle idee e dei suoi contenuti: freschi, veloci, rapidi, più vicini alla gente, probabilmente più convincenti. Da #papalepapale a Zafò, fino all’infografica #foggiasenzabuche.

Così Marasco commenta il successo: "Rispetto al messaggio lanciato dal popolo delle primarie dobbiamo creare le condizioni per cercare di centrare l'obiettivo finale. Non mi appassiona il discorso centrodestra o centrosinistra: dico che c'è stata un'ampia partecipazione della cittadinanza che vuole fatti concreti". E su Mongelli: "Gianni è un carissimo amico...."

PRIMARIE FOGGIA: I DATI DEFINITIVI

IL COMMENTO DI GIANNI MONGELLI

Le primarie mettono fine all’era Mongelli. La sconfitta del sindaco è anche quella della segreteria cittadina di Mariano Rauseo nel confronto tutto interno al Partito Democratico con quella provinciale di Raffaele Piemontese. Per il centrosinistra si apre una nuova fase, ma non sarà semplice ricomporre i cocci di un partito, il PD, sfilacciato, sofferente, disunito, ma pur sempre presente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (15)

  • Avatar anonimo di Gianluca Pozzi
    Gianluca Pozzi

    Ma perché ci sono ancora loro dietro i giochi della nostra città ?

  • Avatar anonimo di Gianluca Pozzi
    Gianluca Pozzi

    Ma perché ci sono ancora loro dietro i giochi della nostra città ?

  • Che tristezza: acquisto di voti, gente che vota due volte, tutto come prima e come volevasi dimostrare....questa città ORAMAI E' morta del tutto le schifezze le ha nel sangue....Povera Foggia!!!!

  • Quindi a maggio il candidato per il centro-sinistra sarà "un candidato che viene da destra?" Strano esperimento politico . Comunque in bocca al lupo a tutti. Speriamo possano dare una nuova linfa ad una città a pezzi.

  • io voterò il movimento 5 stelle, credo del progetto di alcuni dei candidati, gente che ha sempre lavorato per la città Gratis.

    • Avatar anonimo di Gianluca Pozzi
      Gianluca Pozzi

      Io sono iscritto al Movimento , il problema che a Foggia (come è avvenuto già per la Regione Sardegna ) non è stata ancora certificata alcuna lista da Grillo. Allora forse è meglio votare per FRATTAROLO oppure non andare proprio , anche se questo non farebbe che avvantaggiare i soliti FEUDATARI della nostra città.........

  • Marasco è stato coartefice degli sfaceli del PD, partito che da 10 anni ha distrutto la nostra Città. Votate chiunque, tranne il PD!

  • La colpa e solo nostra che li votiamo in cambio di chissa quale promessa che non arrivera mai.tanto se ce qualcosa se la mangiano loro

  • Cacciamoli tutti per il bene della citta.

    • Mandiamoli a casa sono tutti uguali è la città dei magna magna

    • daccordissimo con te, questo è un altro che pensa alla sua pagnotta....!!!!

  • Siamo alle solite con Marasco inizia l'era del Mongelli bis.Sempre loro a dividersi i primi posti a palazzo di Città. Non è cambiato nulla e la città cadrà ancora più in basso. Ci vogliono persone nuove che con questa gente non abbiano niente a che fare.Votiamo chi può veramente cambiare Foggia.

  • graande mongelli

    • Avatar anonimo di Gianluca Pozzi
      Gianluca Pozzi

      Ma perché ci sono ancora loro dietro i giochi della nostra città ?

  • graande santaniello

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Blitz antidroga, dieci arresti sul Gargano: cadono boss ed esponenti di primo piano

  • Cronaca

    Guerra tra clan sulla "protezione" da pizzo, dietro l'omicidio Silvestri la rapina al gioielliere: "Festeggiamo alla faccia sua"

  • Cronaca

    Con una pala meccanica rubano generatore lungo i binari: furto sventato dalla PolFer

  • Cronaca

    "Tagliatori" di auto sorpresi all'opera, scatta il fuggi-fuggi: arrestato 41enne, è caccia ai complici

I più letti della settimana

  • Omicidio a Trinitapoli, ucciso a colpi di pistola Cosimo Damiano Carbone

  • Omicidio a Cagnano Varano: ecco chi è l'uomo accusato di aver ucciso il maresciallo dei carabinieri

  • Incidente stradale: cinque auto coinvolte e 10 feriti, elisoccorso sul posto e tratto della provinciale Lucera-Biccari chiuso

  • Omicidio di mafia sul Gargano, svolta sull'uccisione di Silvestri: arrestate due persone su ordine della DDA

  • Così Papantuono ha ucciso il maresciallo Di Gennaro: "non c'è un movente", ha chiamato i carabinieri e ha sparato

  • Il carabiniere ferito provato e confuso dalla morte di Di Gennaro. Al CorSera: "Ho fatto quello che dovevo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento