San Nicandro Garganico: tra debiti e rassegnazione, comincia l’era targata Gualano

A Pier Paolo Gualano il compito di superare la condizione di dissesto finanziario e di riconquistare la fiducia di quei cittadini che hanno disertato le urne

La scritta su un muro di San Nicandro

San Nicandro Garganico ha un nuovo sindaco: è l’avvocato Pier Paolo Gualano, uno dei pochissimi esponenti del centrodestra sopravvissuti alla mattanza che ha visto il Pdl di Berlusconi soccombere in tutt’Italia: da Treviso a Siena, da Roma a Barletta.

San Nicandro è un’eccezione, ma il leader di ‘Oppure Voi’ avrà il difficile compito di rappresentare una città diventata cenere, indebitata e poi commissariata. C’è una condizione di dissesto finanziario da superare, la fiducia dei cittadini da riconquistare e un progetto forte da attuare, possibilmente, tenendo conto delle opinioni degli altri schieramenti politici.

Altrimenti non si spiegherebbero tante cose: ad esempio perché domenica e lunedì scorsi più della metà degli aventi diritto al voto ha disertato le urne, perché in città campeggia una scritta su un muro che associa il Comune alla condizione di ladri o perché i sannicandresi si sono rifiutati di affidare le loro speranze persino a un movimento nuovo e di protesta qual è il Movimento 5 Stelle, rifugiandosi nell'astensionismo anche al primo turno.

BALLOTTAGGIO SAN NICANDRO: I RISULTATI

Tanti perché in attesa di tante risposte. A Gualano e a quella che sarà la nuova squadra di governo la responsabilità, forte, di strappare la gioia dei giorni futuri a una città fiorente almeno fino alla fine degli anni Novanta, ma che oggi barcolla nei debiti e ripensa alle cose dette e mai fatte.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Natale senza lavoro, dramma non ha soluzione. Russo (Sanitaservice) alza le mani: "Obbligati a fare i concorsi"

  • Cronaca

    "Terremoto" giudiziario a Carpino: blitz dei carabinieri all'alba, dipendenti comunali arrestati per assenteismo

  • Cronaca

    Un aiuto per Francesca, la bambina affetta da un tumore al rene sinistro: "Vi prego, abbiamo bisogno di voi"

  • Cronaca

    Pesante condanna: sei anni al 30enne foggiano della banda del bancomat, incastrato da una traccia di sangue

I più letti della settimana

  • Omicidio sulla Statale 16: ucciso uomo che trasportava finocchi, forse un tentativo di rapina finito male

  • Tifoso della Cremonese in viaggio verso Foggia, muore colpito da un malore: tragedia nei pressi di San Severo

  • Automobilisti rapinati e sangue sulla Statale 16: è caccia ai delinquenti che seminano il terrore nel Cerignolano

  • Attimi di paura in un bar di via Nedo Nadi: rapinatore armato va via col malloppo sparando due colpi a salve

  • Muore prima di giungere allo stadio, Foggia omaggia Federico. La Cremonese: “Grazie di cuore”

  • Prima la bomba a base di dinamite, poi la pretesa di 50mila euro: arrestato "La tigre del Gargano"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento