Nuovo Centrodestra a Foggia, On. Leone: "Siamo qui per vincere, non per galleggiare"

L'onorevole manfredoniano: “Il peggiore dei mali, in questa fase, è la mancanza di coesione politica, indispensabile prerogativa di una coalizione che si presenta per vincere, non per galleggiare"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Non incorrere, peggiorando, errori del recente passato. E’ il monito, lanciato a mezzo stampa dall’onorevole Antonio Leone che lancia uno sguardo alle ultime vicende politiche, relative alla scelta dei programmi e dei candidati alla carica di primo cittadino nelle amministrazioni che vanno a rinnovo nella provincia di Foggia.

“Vecchie logiche e consunte liturgie della politica stanno lentamente tentando di sopravanzare la novità che il Nuovo Centro Destra sta infondendo nel dibattito politico locale. Ascoltare le esigenze delle comunità non può essere una momentanea contingenza, ma rappresentare il fulcro di una rinnovata democrazia partecipata”, spiega. “Con la fuoriuscita dal Pdl, il Nuovo Centro Destra ha affermato, con grande senso di responsabilità, la necessità di respirare aria fresca, non condizionata”

“Nessuno, ci si augura, ha più intenzione di partecipare a ricreare fallimenti politici come quelli che hanno consegnato alla sinistra il governo della città di Foggia, o come quelli che hanno impedito di vincere le elezioni regionali per ben due volte. L’imboscata politica che hanno subito, incolpevolmente, ignari rappresentanti del Nuovo Centro Destra foggiano, catapultati a Bari senza una chiara prospettiva e senza una piena legittimazione per avanzare proposte e nomi, va stigmatizzata e ricondotta nell’alveo di un tentativo, dei soliti noti, di porre nel nulla il buon lavoro che il tavolo delle trattative foggiano aveva avviato nella ricerca delle migliori soluzioni per il governo della città capoluogo”.

“Chi continua a pensare di insistere con tali comportamenti lacera ulteriormente i rapporti tra gli uomini ed i partiti della coalizione”, continua Leone. “Il peggiore dei mali, in questa fase, infatti, è la mancanza di quella necessaria coesione politica, unica ed indispensabile prerogativa di una coalizione che si presenta per vincere, non per galleggiare. Per Foggia, a riaprire le danze non è stato certo il Nuovo Centro Destra, sinceramente alla ricerca della strada più sicura per consentire alla coalizione di presentare uomini e programmi credibili alla cittadinanza, ma tutti coloro che, convintamente o no, non hanno intenzione di vincere la sfida elettorale”.

I più letti
Torna su
FoggiaToday è in caricamento