L'ex sindaco ricandidato fa i conti al Comune di Torremaggiore: "Ho lasciato in cassa 6 milioni di euro"

Monteleone: “Soldi nel cassetto utili a far fronte agli impegni già assunti e agli investimenti programmati e che mi auguro trovino in parte avvio o completamento già nelle prossime settimane”

“Il Comune di Torremaggiore ha in cassa 6 milioni e 321 mila euro. Cifra verificata all’atto del passaggio di consegne al commissario prefettizio e certificata dal dirigente di settore, dai revisori dei conti, dal tesoriere e dalla banca. “Soldi nel cassetto” utili a far fronte agli impegni già assunti e agli investimenti programmati nel corso del 2018 e che mi auguro trovino in parte avvio o completamento già nelle prossime settimane”. E’ quanto afferma l’ex sindaco di Torremaggiore, Pasquale Monteleone, che proprio nei giorni scorsi ha ufficializzato la sua ricandidatura alla carica di primo cittadino in occasione delle Comunali del 26 maggio. Monteleone sarà sostenuto da Torremaggiore Civica, Agire per Torremaggiore e L’altra Italia e, nei prossimi giorni, potrebbero aderire al progetto altre liste.

“Dopo la fase commissariale del 2015, con cui si procedette alla copertura del disavanzo tecnico della vecchia gestione, i nostri bilanci consuntivi hanno prodotto equilibrio e avanzi di amministrazione che abbiamo ben impiegato. Il redigendo bilancio consuntivo 2018 confermerà il trend positivo e produrrà un avanzo ancora più consistente – spiega Monteleone che prosegue - Da Sindaco ho tenuto per me la delega al Bilancio per programmare e tenere sotto controllo le entrate e soprattutto le uscite del Municipio, poiché ogni euro dei cittadini è prezioso e perché mentre tanti Comuni falliscono o sono in predissesto finanziario, noi non abbiamo aumentato le tasse ai cittadini e, anzi, le abbiamo addirittura abbassate se pensiamo alla Tari. I fatti dimostrano ancora una volta in maniera incontrovertibile che Torremaggiore è stata guidata utilizzando le risorse finanziarie in maniera parsimoniosa senza però lesinare mai sforzi per realizzare numerose e visibili opere di pubblica utilità e in tutti i campi: dai lavori pubblici alla cultura, dall’ambiente agli eventi utili alla promozione delle nostre tipicità fino alle politiche sociali. Un motivo di orgoglio poiché esempio lampante della oculatezza che ha caratterizzato l’Amministrazione comunale che ho guidato fino a dicembre e che ha saputo realizzare tanto e in tutti i settori senza sperpero di denaro pubblico”, conclude Monteleone.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Terribile incidente in moto, muore 38enne foggiano. "Ciao bomber, ora fai gol anche in Paradiso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento