Gatta incassa anche il sostegno di Landella e Monteleone: "Sono in campo per servire la Provincia di Foggia"

Scioglie la riserva il sindaco di Candela: sarà lui a correre per la fascia di presidente di Palazzo Dogana con il centrodestra. Monteleone in ritirata. Landella trova l'accordo. Unico competitor Michele Merla, centrosinistra

Scioglie la riserva Nicola Gatta e si appresta a percorrere la strada elettorale che dovrebbe portarlo alla presidenza di Palazzo Dogana il prossimo 31 ottobre. Tanto più che nel pomeriggio di oggi il sindaco di Candela ha incassato il sostegno di due sindaci importanti, Franco Landella e Lino Monteleone, coloro che nelle ultime ore più rischiavano di ostacolargli una strada che appar sicuramente in discesa (col supporto dei civici, Gatta avrebbe la strada spianata rispetto a Merla, candidato del centrosinistra). Nessuna terza ipotesi dunque targata Monteleone (che pure Puglia popolare ha provato a perorare sino all'ultimo), via libera anche dal sindaco di Foggia, il Comune che pesa di più in termini di voto ponderato.
“Desidero esprimere un sincero ringraziamento a tutte le forze politiche e ai partiti della coalizione di centrodestra per la fiducia che hanno inteso far convergere sul mio nome quale candidato per la presidenza della Provincia di Foggia È un’attestazione di stima che mi inorgoglisce e che premia il lavoro che sino ad oggi ho svolto per la crescita della mia comunità. Oggi questo patrimonio diventa il punto di partenza della proposta che formulo all’intera platea degli amministratori della Capitanata, ai quali mi rivolgo con l’obiettivo di aprire una stagione nuova di sviluppo e di governo dei temi al centro dell’agenda politica della nostra provincia". Si apre così la nota stampa di ringraziamento di Gatta appena giunta in redazione dall'indirizzo mail di Forza Italia Foggia (a voler sottolineare, gli azzurri, la paternità della candidatura rispetto alla Lega).
"Mi presento a questo appuntamento elettorale con la chiarezza che mi ha sempre contraddistinto. Sono il candidato dell’alleanza di centrodestra, dunque sintesi di un preciso perimetro politico, culturale e valoriale. Non a caso ieri, al tavolo dei segretari della coalizione, mi sono riservato di sciogliere la riserva dopo aver incontrato il sindaco Franco Landella, con il quale mi sono confrontato oggi, assieme ai consiglieri della maggioranza al Comune di Foggia, e che ringrazio per la condivisione ed il sostegno che mi sono stati manifestati. Voglio ringraziare in particolare il sindaco di Torremaggiore, Lino Monteleone, per il senso di responsabilità dimostrato nel farsi interprete di una unità vera e reale, orientata sui progetti e le prospettive e, dunque, per la sua decisione di essermi accanto in questa competizione e nel lavoro che ci attende nell’immediato futuro. La riflessione che abbiamo sviluppato insieme, alla presenza del sindaco di Foggia, ci ha visti concordi rispetto al ruolo e alla funzione che il sindaco Monteleone potrà e dovrà ricoprire, rappresentando autorevolmente le ragioni dell’Alto Tavoliere.
Sempre in tema di attenzione nei confronti di tutte le aree della provincia di Foggia, annuncio sin d’ora il mio impegno e quello della coalizione di centrodestra nel farci carico delle istanze dei piccoli Comuni, che questa legge elettorale ha evidentemente penalizzato. I piccoli Comuni sono una ricchezza che occorre mettere a valore ed esaltare, occupandosi in modo concreto delle loro esigenze e delle loro necessità.
La Provincia che abbiamo di fronte, in termini di poteri e competenze, non è l’Ente conosciuto nel passato. Ma non per questo si tratta di una istituzione meno strategica per il futuro della Capitanata. Tante sono le vertenze aperte e tante le opportunità che è possibile cogliere. Da questo punto di vista gli amministratori chiamati al voto dovranno formulare una valutazione attenta circa la direzione da imprimere all’azione di governo, all’approccio nei confronti delle criticità a cui dovremo fornire una risposta, al valore di un rapporto interistituzionale maturo e serio, che abbia come unica ed indiscussa priorità i diritti del territorio.
Sono in campo per fare della mia esperienza lo strumento attraverso il quale raggiungere obiettivi importanti. Sono in campo per servire la provincia di Foggia” conclude Gatta.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Oss, manca poco al "concorsone": 30 (+3) quesiti in 45 minuti, prevista anche una "nursery" per le neomamme

  • Cronaca

    Paura in mare, si sente male su un peschereccio ma sulla sua rotta trova gli angeli della Guardia Costiera: salvato

  • Sport

    Mazzeo chiede una reazione: "Resettiamo tutto. Fischi ad Agnelli? Ha dato tutto per la maglia, merita più rispetto"

  • Economia

    Dopo 14 anni chiude Unieuro a Foggia, persi 20 posti di lavoro: "Ce l'abbiamo messa davvero tutta"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Foggia: esce fuori strada e si schianta contro il pilone del ponte di via Manfredonia

  • Clamoroso ma vero: diventa papà a 93 anni, la neo mamma ne ha 42 (il parto al Tatarella di Cerignola)

  • Escogita un trucco per superare il quiz della patente, ma viene scoperto e finisce al pronto soccorso

  • Angelica, la studentessa bullizzata "perché femminista e di sinistra". Odio, "puttana" e svastiche. In 52 dicono "Basta!"

  • La lente della DIA sulla Società, che esporta strategie mafiose fuori città: batterie in guerra ma situazione di stallo

  • 'Garganoland', oltre 1500 posti di lavoro e 115 milioni di euro: fermo il mega parco che fa sognare la Capitanata

Torna su
FoggiaToday è in caricamento