Caos nel centrodestra foggiano, l'Udc ritira l'appoggio a Landella: "Candidato unitario con primarie o ce ne andiamo"

Neanche è rientrato Iaccarino, che stravolge tutto in casa Udc. Finita la "luna di miele" con Landella, il capogruppo in consiglio comunale mette in guardia il centrodestra. Dietro l'operazione "grande alleanza civica"

“L'Udc cercherà fino alla fine di trovare compattezza in una coalizione -  che ad oggi non c’è- che possa riunire tutte le anime di centrodestra. Ma l’assenza di interlocutori e di tavoli di discussione non fa altro che tardare ogni ipotesi di proposta condivisa ed in politica non è concesso non avviare processi che portano all'unità. In assenza di un candidato unitario, l’Udc non si presenterà al gioco al massacro”.  E’ la linea di Leonardo Iaccarino, nuovamente dirigente dell’Udc Foggia, che stravolge la linea Cera sulle comunali del prossimo maggio, ritirando quell’appoggio incondizionato che il commissario provinciale dello scudocrociato aveva dato a Landella (convenendo con il sindaco uscente sulla inopportunità delle primarie).

Oggi Iaccarino, nuovamente legittimato a rappresentare l’Udc in città, cambia le carte in tavola: sì al candidato unitario attraverso le primarie e “qualora ci dovesse essere una spaccatura all'interno del centrodestra, non saremo della partita”. Della tentazione dell’Udc di far parte del progetto civico che sta nascendo al centro Foggiatoday ne aveva già parlato.

Nelle more, si gioca su più fronti. “L'Unione di Centro – scrive il consigliere comunale, un tempo in luna di miele con Landella (tanto da passare in maggioranza nell’aprile scorso, nel bel mezzo di una crisi di governo)-  intende percorrere ogni strada utile affinché il prima possibile si possa delineare il volto della coalizione e successivamente il candidato sindaco, che ad oggi ancora non c'è. Per rimarcare ancora di più la posizione si precisa che l’Udc non andrà a traino di Landella senza le altre forze del centrodestra”.

“Se la formula democratica delle primarie troverà spazio e fondatezza, parteciperemo senza indugio, dando il giusto contributo della forza moderata che rappresentiamo, presentando un nostro candidato dell'elettorato. Qualora i rappresentanti dei partiti locali vogliano aprire un tavolo di discussione, hanno il pieno sostegno dei centristi affinché si esca al più presto dal guado, avendo ognuno la piena consapevolezza che la dignità politica e personale non possono essere prevaricate da individualismi o prese di posizione acquisite”. Il messaggio, ovviamente, è a Landella. Cambia tutto, il sindaco uscente perde anche l’Udc.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento