I socialisti passano all'azione per prendersi Foggia: "Cavaliere sindaco e una squadra di persone competenti"

Rompe il silenzio il PSI Foggia sulle prossime elezioni comunali. Confronto aperto per costruire una grande alleanza, che vada da Pd a civici progressisti, sui temi della legalità, racket, Pug, appalti

"Non sono bastati otto mesi per riuscire a delineare un perimetro comune da quando partì, nel giugno scorso, la richiesta d’azione del PSI foggiano alle varie anime della sinistra per delineare strategie e programmi per battere la destra e il populismo alle elezioni comunali ormai prossime. Il segretario cittadino Leonardo De Santis ha lavorato e coordinato incontri e confronti tra le diverse formazioni d’area di centrosinistra con l’intento di pervenire finalmente ad un’alleanza che, in un quadro completato da PD e civici progressisti, rappresenti un’alternativa vincente all’attuale amministrazione, in una logica positiva di condivisione e di codecisione.

Convocata per l’urgenza dei tempi, la segreteria cittadina del PSI e il segretario De Santis hanno espresso apprezzamento per il metodo finalmente intrapreso dalla coalizione che si opporrà in città ad un governo delle destre e dei populismi". E' quanto contenuto nella nota stampa del PSI Foggia sulle prossime elezioni comunali a Foggia.

“Si avvia un vero e proprio lavoro di qualità da parte di chi condivide valori di libertà, di democrazia, inclusione, rispetto del territorio e delle sue risorse. Vi è la necessità di contrastare la crisi generale, politica, economica e sociale, che ha colpito la nostra città e che provoca reazioni cariche di rabbia, che hanno dato, e potrebbero dare, altro spazio a risposte semplicistiche che spezzano la coesione sociale, dimenticano valori e diritti, costruiscono muri e aprono la strada a politiche inefficaci. Siamo convinti che si possa rispondere in modo differente e si possano affrontare le sfide di una città che posiziona i suoi cittadini tra gli ultimi d’Italia.

Condizione necessaria sarà la coesione tra le forze storiche del progressismo e l’apertura ad esperienze della politica e della società civile, senza cedere ad inutili avvitamenti fatti di personalismi, battaglie identitarie e recriminazioni".

"Auspichiamo - concludono i socialisti di Foggia -  che si rompano gli indugi e su un programma condiviso si dia la possibilità al candidato sindaco, che guiderà la coalizione, di dar corso al suo lavoro per costruire un’alleanza che ci porti fuori dal clima di estorsioni, criminalità, illegalità, edilizia senza Pug, gestione degli appalti senza una Consulta per la legalità, fuori dall’idea che si possa continuare a produrre rifiuti senza differenziarli, fuori dalla paura di essere aggrediti per strada, fuori da una gestione dei servizi sociali che sociali non sono.

Oggi ci sono le condizioni perché si possa suggellare questo patto anche con la candidatura dell’ing. Pippo Cavaliere, che può rappresentare la trasformazione di un sogno, di una passione in un progetto concreto per la nostra città, che ha bisogno di un uomo perbene e ferrato su questi temi e di una squadra di uomini e donne appassionati e competenti”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento