Splendido a Gentile: "Pensi a Cerignola che grazie al nostro Capitano e Ministro Salvini potrà..."

Si esprime così il vice segretario regionale della Lega, l’avvocato Joseph Splendido, consigliere comunale e provinciale.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Abbiamo appreso sui social e da alcuni articoli di stampa che l’europarlamentare Pd Elena Gentile ha fornito un consiglio non richiesto al presidente Emiliano, secondo cui il Governatore farebbe bene ad impugnare il decreto Sicurezza di fronte alla Corte Costituzionale. Fa specie che una politica, pagata da decenni dai cittadini italiani e i cui emolumenti sono serviti per accumulare ricchezze nelle campagne di Cerignola, le stesse dei ghetti e del caporalato, si preoccupi ora, a pochi mesi dalle elezioni europee, del Decreto Salvini, per recuperare visibilità e vis polemica perduta

Peccato che in questi cinque anni al Parlamento Europeo, la gente del Collegio Sud ricordi l’europarlamentare Elena Gentile più per le battaglie interne al suo partito, ad inseguir correnti, che non al servizio della cittadinanza, stremata dall’austerity europea. Poche parole sulla legge Fornero, pochissimo o nulla sul Jobs Act del suo leader Matteo Renzi, debolissime azioni di lobby per l’agricoltura pugliese e per gli altri settori economici del Mezzogiorno. Però Gentile ritorna ora per la scadenza elettorale. E si impensierisce dei migranti e del nuovo corso di Matteo Salvini in termini di sicurezza ed accoglienza. Sarà forse imbeccata dall’Open Society Foundation, che l’aveva inserita tra gli euro parlamentari “affidabili” italiani? L’eurodeputata pensi a Cerignola, che grazie al nostro Capitano e Ministro dell’Interno potrà avere finalmente una valutazione accurata degli atti amministrativi e debellare, ove presente, la commistione tra mafia e politica”.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento