Consorzio Asi, i soci chiedono incontro a Emiliano e al commissario De Paolis: "Fondamentale aprire tavolo di discussione"

“Quella dei soci del Consorzio è una richiesta scevra da qualunque finalità strumentale o polemica ed unicamente finalizzata a restituire autonomia ad un Ente per troppo tempo caratterizzato da commissariamenti, in assenza di un confronto con i soci – spiega il sindaco di Foggia Landella

Consorzio ASI, i soci chiedono incontro urgente al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ed al commissario Agostino De Paolis

Il sindaco di Foggia, Franco Landella, ha incontrato questa mattina, nella Sala Giunta di Palazzo di Città, i soci del Consorzio ASI di Foggia. Al centro della riunione il provvedimento con il quale il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha disposto il commissariamento dell’Ente ed in particolare la necessità di ripristinare un assetto della sua governance per davvero in grado di assicurare partecipazione nell’ambito delle scelte strategiche e dei processi decisionali, soprattutto dopo l’annullamento dell’Assemblea dei Soci in programma lo scorso 10 gennaio.

All’esito del vertice di questa mattina, i soci del Consorzio hanno inoltrato al Governatore ed al Commissario del Consorzio, Agostino De Paolis, una richiesta di incontro urgente – da tenersi entro la fine della settimana e da svolgersi nella sede dell’Ente – per verificare tecnicamente e politicamente le condizioni dell’ASI.

“Quella dei soci del Consorzio è una richiesta scevra da qualunque finalità strumentale o polemica ed unicamente finalizzata a restituire autonomia ad un Ente per troppo tempo caratterizzato da commissariamenti, in assenza di un confronto con i soci – spiega il sindaco di Foggia –. Dopo sei mesi di fase commissariale, infatti, ci saremmo aspettati una convocazione da parte del governo regionale, che purtroppo non c’è stata. Questo rende fondamentale ed indifferibile aprire un tavolo di discussione e di riflessione. La nostra volontà è quella di poter affrontare le questioni che riguardano il Consorzio, a partire dal ripianamento di una debitoria che a nostro avviso risiede nella cattiva gestione di alcune partite, penso su tutte a quella dell’impianto di depurazione, le cui conseguenze non possono essere scaricate sulle spalle dei soci. Speriamo che il Governatore ed il Commissario comprendano il valore della nostra richiesta e l’importanza, soprattutto in un frangente così delicato per il territorio di Capitanata, di affermare concretamente i principi di condivisione e partecipazione nel governo dell’ASI”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

Torna su
FoggiaToday è in caricamento