Cerignola sciolta per mafia, il Ministro Boccia plaude al Viminale: "Il Governo sulla criminalità non darà scampo"

Il ministro pugliese sul provvedimento deliberato ieri dal Cdm. "Ora tocca alla parte sana della città, che ha una storia straordinaria, avere la forza e la capacità di rialzarsi"

"Questa è l’antimafia dei fatti. La ministra Lamorgese e gli apparati dello Stato che hanno lavorato sul dossier che ha portato allo scioglimento del comune di Cerignola hanno fatto un ottimo lavoro. Ora tocca alla parte sana della città, che ha una storia straordinaria, avere la forza e la capacità di rialzarsi. Il governo e le istituzioni, attraverso i commissari, saranno vicini alla città e a tutti i cittadini di Cerignola". Così il Ministro per gli affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, sulla deliberazione ieri del Consiglio dei Ministri che ha disposto lo scioglimento del Comune di Cerignola e il commissariamento dell'ente ofantino per 18 mesi.

Metta: "Arrendersi? Che parola è, non la conosco"

Cerignola, i perchè dello scioglimento

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento