Centro Palmisano, la Cgil bacchetta il Comune: “Un torto agli anziani figlio di un pressappochismo amministrativo”

Per la segretaria provinciale della Camera del Lavoro di Foggia Loredana Olivieri "l'amministrazione dovrebbe dedicare ogni impegno affinché il prima possibile il centro di via Pestalozzi riprenda a funzionare a pieno regime, con tutta la trasparenza che ogni atto amministrativo dovrebbe comportare

“Quanto accaduto al Centro Palmisano è figlio di un pressappochismo amministrativo che alla fine si ripercuote su un pezzo di cittadinanza più debole quali sono gli anziani”. È la denuncia della Cgil provinciale sulla sospensione delle attività presso la struttura di via Pestalozzi a seguito di atti dirigenziali protocollati senza firma, che hanno fatto recedere da tutti i contratti posti in essere con le associazioni che facevano animazione presso il centro.

L’ex Assessore Roberto: “Contro di me campagna persecutoria”

“Abbiamo conosciuto negli anni una struttura che lavorava bene, inclusiva, aperta a collaborare con il mondo dell’associazionismo che si occupa di terza età - afferma Loredana Olivieri, segretaria provinciale della Camera del Lavoro di Foggia -. Era diventato un punto di riferimento per tanti anziani magari rimasti soli e che avevano riscoperto il valore della socialità e partecipato a corsi per l’invecchiamento attivo. E a loro che si è fatto un torto enorme, con la sospensione di ogni attività. Ad altri compete accertare chi non ha svolto al meglio il proprio lavoro, da parte nostra ci sentiamo di dire che l’amministrazione dovrebbe oggi dedicare ogni impegno affinché prima possibile il Centro di via Pestalozzi riprenda a funzionare a pieno regime, con tutta la trasparenza che ogni atto amministrativo dovrebbe comportare. E in tal senso non possono che destare stupore le denunce dell’assistente sociale che per anni si è occupata della struttura, che non possono essere derubricate alla incompatibilità tra livello politico e livello amministrativo. Ad oggi quel che per tanti era un fiore all’occhiello, la sola struttura pubbliche che si occupava di terza età e pratiche di animazione sociale, resta mestamente chiusa. Quegli anziani meritano risposte chiare e interventi risolutivi”.

Ma la Cgil intende anche richiamare l’amministrazione comunale su una gestione più partecipata delle politiche sociali “a fronte di logiche di disintermediazione che vedono chiamati in causa i sindacati, per esempio, solo per ratificare i bilanci dei piani sociali di zona, almeno così accadeva con il precedente assessorato - denuncia Olivieri -. Vorremmo invece dialogare e collaborare per mettere in campo una contrattazione sociale in grado di dare risposte alle tante emergenze e criticità che purtroppo vive la città, a partire dai soggetti più deboli. In campagna elettorale il sindaco Landella in un incontro con Cgil Cisl Uil ha illustrato il programma realizzato e le cose che si volevano fare in caso di rielezione, con un impegno a incontrarsi per affrontare insieme alcune tematiche come l’emergenza abitativa o quella delle povertà e del disagio sociale. Oggi a quattro mesi dalla costituzione del nuovo governo cittadino non siamo mai stati convocati e abbiamo avanzato in queste ore una richiesta urgente di incontro, per richiamare l’attenzione su politiche sociali e complessive della città che aspettano risposta”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento