Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Una "svista" costa a Foggia il 'biostabilizzatore' da 11 milioni di euro

La denuncia del consigliere comunale di minoranza, Marcello Sciagura, a FoggiaToday

 

Ebbene sì, il Comune di Foggia venderebbe beni a sua insaputa. E non roba da poco, sia chiaro. Ad Amiu Puglia sarebbe stato ceduta, "per sbaglio", una infrastruttura del valore di ben 11 milioni di euro. Parliamo dell'impianto di biostabilizzazione di Passo Breccioso. No, non è di proprietà comunale. O, perlomeno, non più. Da quando il sindaco Landella, in perfetta continuità con l'amministrazione precedente, ha firmato il rogito della cessione dei beni necessari per la partecipazione nella società barese. 4,2milioni di euro, si disse, comprendenti l'immobile di via Miranda e il centro di multiselezione di Passo Breccioso.

Peccato che, accanto a quest'ultimo, nel paniere di Amiu ci sia finito anche il biostabilizzatore. 11 milioni di euro, in pratica oggi il Comune di Foggia sarebbe l'azionista di maggioranza della società, altro che 21%. A portare alla luce la "svista" ci ha pensato il consigliere di opposizione Marcello Sciagura che, accompagnato dagli attivisti di Alternativa Libera Giorgio Cislaghi e Francesco Gentile, ha portato in conferenza stampa atti e stampe di particelle. Ma come è possibile un macroerrore del genere in un ente? Ed Amiu si è accorta che qualcosa non andava nel trasferimento dei beni? In capo a chi sono le responsabilità di una vicenda paradossale che ha il sapore amaro della beffa? Ed ora che si fa? Abbiamo ascoltato il consigliere.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento