“Al Comune di Foggia c’è carenza di personale”

Interpellanza del consigliere comunale di Forza Italia e presidente della Commissione consiliare ‘Bilancio’, Paolo La Torre

Il consigliere comunale di Forza Italia Paolo La Torre, presidente della  commissione consiliare ‘Bilancio’, ha presentato un’interpellanza circa la situazione di gravissima carenza di personale che interessa il Comune di Foggia. Una situazione di emergenza, scrive il consigliere La Torre, “dovuta anche alla decisione assunta dalla precedente Amministrazione comunale di ripianare i debiti accumulati nelle gestioni precedenti con il blocco delle assunzioni fino ad oltre il 2020, previsione espressamente contenuta negli impegni assunti al momento dell’adesione del Comune al cosiddetto ‘Decreto Salva Enti’”.

Spiega il presidente della Commissione consiliare ‘Bilancio’: “Parliamo di un vera e propria emergenza che investe tutti i livelli del personale dipendente compresi i profili dirigenziali, incidendo negativamente sulla qualità dell’attività amministrativa e, di conseguenza, sull’efficienza dei servizi che il Comune eroga alla comunità”.

Aggiunge il consigliere Paolo La Torre: “Nei mesi scorsi il sindaco Franco Landella si è fatto portavoce nei confronti dell’ANCI della necessità urgente di allentare questo vincolo per le Amministrazioni comunali in regime di ‘Decreto Salva Enti’. Lo ha fatto invocando un intervento dell’allora presidente Piero Fassino. Ad oggi, tuttavia, non risulta che l’ANCI abbia messo in campo alcuna azione nei confronti del Governo”.

Il presidente della Commissione consiliare ‘Bilancio’, dunque, chiede al sindaco di conoscere quali azioni ci si prefigge di mettere in campo per poter garantire un minimo di funzionalità in settori nevralgici quali la polizia municipale notoriamente sotto organico; quali azioni ci si prefigge di mettere in campo nei servizi amministrativi stante la mancanza di figure professionali idonee: amministrative-economico/finanziaria-tecniche-informatiche. Il consigliere comunale di Forza Italia chiede inoltre di conoscere se è stata valutata la possibilità, stante il blocco del turnover, di poter trasformare i rapporti di lavoro dei dipendenti da part-time in full time incrementando, quindi, il numero delle prestazioni orarie da 30 a 36 settimanali, ad invarianza  della dotazione organica; e di conoscere se è stata valutata la possibilità/opportunità/convenienza di chiudere definitivamente il contenzioso pendente con i suddetti  dipendenti.

“È di tutta evidenza che per superare in modo definitivo questa emergenza occorrono interventi da parte del Governo che vadano ad incidere sui vincoli contenuti nell’adesione al ‘Fondo di rotazione’ – sottolinea il presidente della Commissione consiliare ‘Bilancio’ –. L’interpellanza, tuttavia, vuole essere comunque un contributo ad aprire la discussione, politicamente ed amministrativamente, su questo grande tema”.    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Il Coronavirus non si ferma ma galoppa: 41 nuovi contagi nel Foggiano e 13 morti in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento