Il sindaco Di Iasio scrive a Renzi e propone di ristrutturare la "Giovanni XIII"

Il primo cittadino di Monte Sant'Angelo segnala l'Istituto comprensivo come struttura più bisognosa di intervento. 450 mila euro, per rifare il manto di copertura, pitturare le facciate e ripristinare i cornicioni

«Caro collega, stiamo affrontando il momento più duro della crisi economica. Il più difficile dal punto di vista occupazionale. E un sindaco lo sa. Perché il disoccupato, il cassintegrato, il giovane rassegnato, il cinquantenne scoraggiato non si lamentano davanti a Palazzo Chigi: bussano alla porta del Comune. Voi Sindaci siete stati e siete sulla frontiera e paradossalmente lo avete fatto in un tempo di tagli senza precedenti. Grazie, a nome del Governo» - scrive il Premier Renzi ai Sindaci.

«Investire sull’educazione necessita naturalmente di un progetto ad ampio raggio, che parta dal recupero della dignità sociale delle insegnanti e degli insegnanti. Ora la vostra e nostra priorità è l’edilizia scolastica. Nessun ragionamento sarà credibile finché la stabilità delle aule in cui i nostri figli passano tante ore della loro giornata non sarà considerata il cuore dell’azione amministrativa e di governo» - continua il Presidente del Consiglio nella lettera e chiede «di scegliere all’interno del vostro Comune un edificio scolastico. Noi cercheremo nei successivi quindici giorni di individuare le strade per semplificare le procedure di gara, che come sapete sono spesso causa di lunghe attese burocratiche, e per liberare fondi dal computo del patto di stabilità interna».

L’Amministrazione Comunale ha proposto alla Presidenza del Consiglio la ristrutturazione dell’edificio scolastico dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”.

«La struttura necessita di manutenzione straordinaria consistente nel rifacimento del manto di copertura, nella pitturazione delle facciate e nel ripristino dei cornicioni per un valore complessivo di 450 mila euro» – si legge nella lettera inviata a Renzi.

«Sull’educazione si gioca il futuro del nostro territorio, e, insieme alla cultura, sono i nostri pilastri –dichiara Antonio di Iasio, Sindaco di Monte Sant’Angelo, che aggiunge – A Monte Sant’Angelo si è lavorato in tal senso e abbiamo, infatti, chiesto e ricevuto diversi finanziamenti per la messa in sicurezza degli edifici: 51 mila euro per il plesso del “Culto evangelico” della Giovanni XXIII e 320 mila euro per l’Istituto Comprensivo “Giovanni Tancredi”. E ancora, 700 mila euro per la sistemazione del plesso di Vico San Leonardo e 690 mila euro per il miglioramento della sostenibilità ambientale della scuola materna della “zona C”. Inoltre, proprio in questi giorni, stiamo vagliando le richieste dei due Istituti Comprensivi relative all’acquisto di materiale didattico. – di Iasio conclude - La scuola quindi, rappresenta una priorità dell’Amministrazione. La scuola come fucina e punto centrale per un virtuoso processo di cambiamento basato sempre più su esperienze di partecipazione e cittadinanza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Checco Zalone ospite da Fiorello, cita Foggia e divide: "Delinquenza e povertà, ma almeno c'è il bidet"

  • Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Ultim'ora | Operazione 'Nettuno', 4 arresti nella Capitaneria di Porto di Manfredonia

  • 400 ulivi tagliati 'con le mani', amaro risveglio nei campi di Stornarella. La vittima: "Buon miserabile Natale anche a voi!"

  • Da cinque anni alimentava casa e ristorante con l'elettricità rubata all'Enel: furto da 85mila euro

Torna su
FoggiaToday è in caricamento