Cosa sono le colonnine e elettriche e dove trovarle

La salvaguardia dell’ambiente e uno stile di vita ecosostenibile parte anche dall’auto. Le macchine elettriche stanno conquistando sempre più il mercato dell’automobile, vediamo come ricaricarle per averle sempre a disposizione.

Il rispetto e la cura dell’ambiente è molto importante. I passi per adottare uno stile di vita ecosostenibile, sono semplici e possono entrare facilmente a far parte del nostro quotidiano. Un punto di partenza è decidere di lasciare a casa le auto e usare i mezzi pubblici. Se il lavoro e le distanze non ce lo permettono, possiamo decidere di optare per l’auto elettrica.

La macchina elettrica non è alimentata da benzina o da altri combustibili, ma dall’elettricità. Grazie a queste auto non solo possiamo dare un contributo notevole alla diminuzione dell’inquinamento, ma ci garantiscono un notevole risparmio sui costi di alimentazione.

Ricaricare un’auto elettrica non è molto diverso da mettere in carica un pc o uno smartphone, basta avere a disposizione la colonnina elettrica e nel giro di alcune ore l’automobile sarà pronta a portarci in giro per la città.

Cosa sono le colonnine elettriche

La stazioni di ricarica per i veicoli elettrici, come automobili, moto o biciclette, sono dei distributori di energia, che si stanno diffondendo sempre di più nelle città di tutta Italia.

Installate sulle principali strade, possono essere a parete, a colonna a palo o portatili. Attualmente abbiamo due tipologie di colonnine elettriche: quelle appartenenti al settore privato o semi-pubblico o quelle del settore pubblico.

Le prime si trovano nelle abitazioni unifamiliari, nei negozi, nei centri commerciali o negli hotel e sono allacciate alla rete locale. Le colonnine precablate, vengono connesse dal tecnico direttamente al contatore del fornitore di energia e sono subito pronte all’uso.

Le stazioni di ricarica pubbliche si trovano nei parcheggi pubblici, nelle stazioni o aeroporti o nelle strade pubbliche. Vengono installate direttamente dai fornitori di energia e dai gestori di rete.

Come ricaricare l’automobile

Quando si decide di ricaricare l’auto in una stazione pubblica dobbiamo cercare la colonnina su internet o tramite le apposite applicazioni. Una volta individuato il punto basta parcheggiare e collegare il cavo all’automobile per poi avvicinare la card fornita dal gestore alla colonnina.

La tessera magnetica simile ad un bancomat serve per sbloccare lo sportello dove verrà inserito l’adattatore. Subito dopo il collegamento possiamo vedere sul display il livello di carica necessaria. Quando la batteria sarà piena non resta che avvicinare la card alla colonnina e scollegare il cavo.

Quanto costa ricaricare un’auto elettrica

Per ricaricare pubblicamente l’automobile abbiamo bisogno di un abbonamento. Di solito il costo si aggira sui 25 euro al mese, ma abbiamo la possibilità di effettuare tutte le ricariche che vogliamo.

Se invece adottiamo le colonnine semi-pubbliche nell’abbonamento mensile di 60 euro dobbiamo conteggiare il canone di noleggio del contatore.

Quanto tempo ci vuole per ricaricare un’auto

Per quanto riguarda questo aspetto non esiste un tempo di ricarica universale, molto dipende dal tipo di batteria e dal tipo di ricarica. In base alla normativa della Commissione Elettronica Internazionale ci sono quattro modalità di ricarica.

  • Ricarica lenta privata: è presente negli ambienti domestici e si basa su una presa industriale a corrente alternata che va dai 16 ai 32 ampere. Il tempo della ricarica va dalle 6 alle 8 ore.
  • Ricarica lenta pubblica e privata: agisce come la precedente, si attesta sui 16 ampere con tempi che si aggirano sempre sulle 6-8 ore.
  • Ricarica mediamente rapida: applicabile sia agli ambienti domestici che pubblici, deve essere realizzata con specifici connettori, agisce sui 63 ampere e i tempi vanno dalla mezz’ora all’ora.
  • Ricarica ultrarapida: ammessa esclusivamente in ambienti pubblici, con un caricabatterie esterno al veicolo, si basa sulla corrente continua e arriva fino a 200 ampere. I tempi di ricarica sono molto ridotti, vano dai 5 ai 10 minuti.

Le colonnine elettriche presenti a Foggia e zone limitrofe

Le colonnine costruite e gestite dal comune si trovano all'interno del parcheggio del nuovo terminal intermodale di Foggia. Sono 12 in tutto e potranno garantire la ricarica di altrettante auto.

Le stazioni di ricarica presenti a San Giovanni Rotondo, sono posizionate in due punti facilmente raggiungibili. La prima in viale Padre Pio costruita da Scame e gestita da Enel eroga energia prodotta da fonti rinnovabili. La seconda in piazza Europa e sempre gestita dall’Enel.

A Lucera, la colonnina elettrica costruita e gestita da Repower Spa si trova in via Troia

A Troia il punto di ricarica è posizionato in via Regina Margherita

A Vieste i punti in cui poter ricaricare la propria automobile elettrica sono due: Lungomare Enrico Mattei e  Lungomare Europa

Dove acquistare le colonnine elettriche a Foggia

La Termo edil Gallo a Foggia in via delle Casermette mette a disposizione diversi modelli di colonnine elettriche da poter installare in ambienti semi-pubblici o privati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento