TA.R.S.U.: esenzioni e riduzioni

Esenti locali e aree che non producono rifiuti. Elenco delle agevolazioni, riduzioni dal 30% al 70%

redazione 7 gennaio 2011

ESENZIONI TA.R.SU.

Non sono soggetti alla tassa i locali e le aree che non possono produrre rifiuti per la loro natura o per il particolare uso cui sono stabilmente destinati, o perché risultino in obiettive condizioni di non utilizzabilità. Per ulteriori specifiche si rinvia all ' art. 5 del Regolamento.

RIDUZIONI TA.R.SU.

Annuncio promozionale

La tariffa ordinaria viene ridotta nelle seguenti misure:
a) Per abitazioni con unico occupante: del 30%
b) Per agricoltori che occupano la parte abitativa della costruzione rurale: del 70%
c) Per locali non adibiti ad abitazione ed aree scoperte, nell' ipotesi di uso stagionale per un periodo non superiore a sei mesi dell' anno risultante dalla licenza o autorizzazione rilasciata dai competenti organi per l' esercizio dell' attività svolta: del 30%
d) Per abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo a condizione che tale destinazione sia specificata nella denuncia originaria o di variazione indicando l' abitazione di residenza e l' abitazione principale e dichiarando espressamente di non voler cedere l' alloggio in locazione o comodato, salvo accertamento da parte del Comune: del 30%
e) Per utenti che, versando nelle circostanze di cui alla lettera d) risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all' anno, in località fuori del territorio nazionale: del 30%
f) Per i cittadini di età superiore ai 65 anni portatori di handicap ex Legge n.104/92: del 40%.

rifiuti
tariffe
tasse

Commenti