Vieste dichiara guerra alla plastica: scatta l'ordinanza su contenitori e stoviglie monouso. Multe salate per i trasgressori

I cittadini, i turisti e i visitatori della città di Vieste dal prossimo 15 gennaio sono obbligati a dotarsi e ad utilizzare esclusivamente sacchetti monouso in carta o in altro materiale biodegradabile. Sanzioni da 25 a 500 euro per i trasgressori

La Città di Vieste dichiara guerra alla plastica e diventa Plastic Free. Il sindaco, Giuseppe Nobiletti, ha firmato un ordinanza che di fatto vieta la commercializzazione degli shoppers (sacchetti asporto merci) in polietilene, e l’uso dei contenitori e delle stoviglie monouso non biodegradabili in occasione di feste pubbliche e sagre.

In tale ottica, l’Amministrazione comunale si prefigge di salvaguardare l’ecosistema, di ridurre i rifiuti e di incrementare e valorizzare la raccolta differenziata diminuendo la percentuale di rifiuto secco residuale a favore del compostaggio. L’ordinanza andrà in vigore il prossimo 15 gennaio, ma esercenti e commercianti hanno tempo fino al prossimo 1° giugno per smaltire eventuali scorte di materiale non biodegradabile. I cittadini, i turisti e i visitatori della città di Vieste dal prossimo 15 gennaio sono obbligati a dotarsi e ad utilizzare esclusivamente sacchetti monouso in carta o in altro materiale biodegradabile. Ai trasgressori sarà comminata una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Inizia la nostra "guerra" alla plastica inquinante. Oggi (ieri per chi legge, ndr)- ha affermato il sindaco Nobiletti - giornata importante per la nostra città, ho firmato l'ordinanza che impone la vendita e l'utilizzo di prodotti monouso solo in materiale biodegradabile. L'ordinanza consente agli esercenti lo smaltimento delle scorte di magazzino fino al 01 giugno 2020. Da quella data in poi il nostro comune sarà un comune "plastic free". Un passo importante per un turismo ecosostenibile in linea con il Protocollo sottoscritto al G20 delle spiagge”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

  • "Chiudo la movida". Emiliano: "Sono pronto". E nella 'Spaccanapoli' di Foggia assembramenti senza mascherine

Torna su
FoggiaToday è in caricamento