360 nuove piante nelle periferie. Morese: “Custoditele e difendetele da atti di vandalismo”

Ad essere piantate saranno piante di carrubo, ginestra, leccio, orniello, cedro, thuja, tiglio, olmo, frassino e pittosporo

Le piantine

Comincerà giovedì 9 marzo la messa a dimora dei 360 nuove piante, tra alberi e siepi, che l’assessorato comunale all’Ambiente piantumerà nella aree periferiche della città. L’iniziativa è maturata nell’ambito dell’applicazione delle legge nazionale che dispone, per i comuni sopra i 15mila abitanti, di piantare un albero per ogni bambino registrato all’anagrafe o adottato. “Un’iniziativa importante ed opportuna che ci aiuterà a migliorare il patrimonio 'verde' delle nostre periferie. La sensibilità dell’assessore Francesco Morese ci ha permesso dunque di cogliere questa possibilità e di farlo a costo zero per le casse dell’Amministrazione comunale” ha commentato il sindaco Landella.

Le nuove piante, infatti, sono state richieste dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Foggia all’ARIF (Agenzia Regionale per le attività Irrigue e Forestali), che le ha donate prelevandole dai propri vivai. Ad essere piantate saranno piante di carrubo, ginestra, leccio, orniello, cedro, thuja, tiglio, olmo, frassino e pittosporo.

Dichiara l’assessore comunale all’Ambiente, Francesco Morese: “Desidero ringraziare i vertici dell’ARIF per la sensibilità dimostrata nell’accogliere la richiesta formulata dall’Amministrazione comunale. Si tratta di un gesto che conferma una matura cultura dell’ambiente e la consapevolezza di dover mettere in campo ogni iniziativa utile ad aumentare la presenza 'verde' nelle città. Abbiamo scelto di mettere a dimora le nuove piante innanzitutto nelle periferie, con l'obiettivo non solo di abbellire, ma anche di riqualificare porzioni della città che vanno sottratte all’isolamento ed al degrado”.

Morese aggiunge e conclude: “Quella che metteremo a dimora rappresenta, da questo punto di vista, una dotazione verde importante e significativa. È per questo che l’appello che sento il dovere di rivolgere alla nostra comunità è quello di difendere e custodire questo patrimonio, proteggendolo da atti di vandalismo. Ogni albero piantato rappresenta una nuova vita. Sono certo che i cittadini sapranno averne cura come farebbero con un bambino”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Bella iniziativa! Come al solito, buona parte di queste piante moriranno in quanto, si ha la stupida abitudine, da un ventennio, di piantare senza poi mai innaffiare.

  • Meno male che non ci sono pini e palme, che fanno sporcizia e danni!!!

  • Grazie Francesco, per la tua sensibilità d'animo... riempendo le periferiche di
    Foggia di :
    carrubo, ginestra, leccio, orniello, cedro, thuja, tiglio, olmo, frassino e pittosporo.... mi raccomando Francè , di non trascurare il CEP .... per i più "bisognosi" qualke cespuglietto di marijuana... non guasterebbe....cosí toglieresti dalla strada u can & a ragg !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendio in via Castelluccio: ecco l'ordinanza per la tutela della salute pubblica

  • Economia

    Il treno dei desideri all’incontrario va: Bari vince la corsa su Foggia, arrivederci Roma…

  • Cronaca

    Dall'agguato fallito al 'colpo di grazia': così hanno assassinato 'Nicolino dieci e dieci' e la moglie Isabella

  • Cronaca

    La mafia foggiana scricchiola, ci sarebbe un pentito: è un 'fedele' del clan Moretti

I più letti della settimana

  • Un impianto all'avanguardia per la differenziata: è il regalo dei fratelli Parisi ai foggiani

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento