Coppia di cicogne "a spasso" per Manfredonia: sosta di una notte prima di riprendere il volo

Gli avvistamenti, sempre più frequenti, potrebbero essere il risultato del progetto di ripopolamento della Cicogna bianca in Capitanata avviato dal Centro Studi Naturalistici

Le cicogne a Manfredonia

Domenica scorsa, un sorprendente spettacolo si è offerto alla vista dei cittadini di Manfredonia. Una coppia di giovani cicogne bianche ha sostato dal pomeriggio e per un'intera notte nei pressi della piscina comunale, in pieno centro abitato. Nella stessa serata il comando di polizia municipale di Manfredonia ha contattato il Centro Studi Naturalistici ONLUS e il servizio veterinario dell'ASL per concordare un eventuale intervento di recupero.

Sosta a Manfredonia, prima di prendere il volo

Considerato che gli esemplari non mostravano alcun tipo di difficoltà o segno di malessere, si è optato per una discreta sorveglianza, egregiamente operata dai vigili urbani per evitare problemi con i tanti spettatori nel frattempo intervenuti a godersi l'insolito spettacolo. In tarda serata i due esemplari sono stati delicatamente sospinti verso un adiacente giardino privato di un cittadino manfredoniano, il sig. Pasquale Rignanese, che ha dato la propria disponibilità ad “ospitarle” per il resto della notte. Alle 9,30 del mattino successivo, dopo essersi rifocillate con qualche insetto e lucertola catturati nel giardino del sig. Rignanese, hanno ripreso il volo in perfetta salute.

I risultati del progetto di ripopolamento del CSN

"Si tratta con tutta probabilità - evidenzia il Centro Studi Naturalistici - di esemplari nati quest'anno a Lago Salso o nelle immediate vicinanze che, prima di intraprendere la lunga migrazione annuale verso l'Africa, si sono attardati ad esplorare i dintorni. Altri incontri ravvicinati sono avvenuti nei giorni precedenti anche a Pugnochiuso". La sempre più frequente presenza di cicogne a Manfredonia è il risultato di un progetto di ripopolamento avviato oltre un decennio fa dal Centro Studi Naturalistici ONLUS. Era infatti il lontano 2004 quando, in collaborazione con il Parco Nazionale del Gargano, per la prima volta in Puglia alcuni esemplari provenienti dal Centro de Recuperacìon de Fauna “Los Hornos” de Sierra de Fuentes di Caceres (Spagna) furono allevati e riprodotti nelle voliere di acclimatamento presso il Centro Fauna Selvatica dell’Oasi Lago Salso di Manfredonia. Grazie alla presenza nelle voliere di questi esemplari, molti individui selvatici in migrazione iniziarono a sostare nell’Oasi e a nidificare su strutture appositamente realizzate, mentre i giovani nati in cattività venivano liberati gradualmente con l´intento di ricreare una popolazione selvatica pugliese.

Cicogne nell'agro sipontino: i numeri

Nel corso degli anni il numero di coppie selvatiche nidificanti è costantemente aumentato e quest'anno è stato raggiunto il record di 18 coppie riproduttive, di cui 13 nell'Oasi Lago Salso e 5 in aree esterne all'oasi, con 62 nuovi nati. "È prevedibile che nei prossimi anni le cicogne si diffonderanno sempre di più nelle campagne di Manfredonia, poiché sono solite tornare  ogni primavera negli stessi luoghi dove sono nate. Ora è tempo di migrare, e se la gran parte degli esemplari è già partito alla volta delle distese di pascoli a sud del Sahara, ancora qualcuno si attarda nella nostra terra, come nel caso delle due giovani cicogne che hanno sostato a Manfredonia. Ieri sono ripartite per un viaggio di migliaia di chilometri; l’augurio è di rivederle nella primavera prossima insieme a quelle che ormai da anni hanno deciso di mettere su casa da noi".

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato sulla SP 66: le telecamere riprendono la vittima mentre riempie la tanica di benzina con cui si è data fuoco

  • Incidente mortale tra San Severo e Apricena, violento scontro tra auto e tir: purtroppo c'è una vittima

  • Il mare della Puglia è il terzo più bello d'Italia: quello di Vieste, Mattinata, Tremiti e Monte premiato con 4 vele

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • Macabro ritrovamento lungo la Provinciale 66: auto in fiamme, dentro c'è un cadavere

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento