VIDEO | Chi è il teppista a Lucera?

In rete lo spot di sensibilizzazione al rispetto degli spazi per le persone con disabilità promosso dal Comune di Lucera. Tutolo: “A loro dobbiamo un gran rispetto”

Immagine dal video

“Il teppista chi è?” è il titolo dello spot di utilità sociale che l’amministrazione comunale di Lucera, nella persona del sindaco Antonio Tutolo, ha promosso e commissionato al team di creativi Beeek Studio. Il breve video istituzionale intende sensibilizzare la cittadinanza a preservare gli spazi, le rampe d’accesso e i posti auto prettamente dedicati alle persone con disabilità, e denunciare quindi alcune spiacevoli abitudini che possono prendere piede in città quando non si comprende che adottare un gesto avventato potrebbe equivalere a ledere dei diritti. Tanto più nei casi in cui ci sono normative a tutela di alcune persone.

Il sindaco Tutolo ci tiene a precisare il motivo per il quale ha deciso di far realizzare questo spot: “Un giorno, per caso, una vocina che mi chiamava ha attirato la mia attenzione: mi ha chiesto cosa si potesse fare per far capire a qualche prepotente che bisogna lasciare liberi i passaggi e i parcheggi previsti in città per le persone con disabilità. Era Giulio, un ragazzino di soli 8 anni ma di una forza straordinaria. La sua allegria e determinazione mi hanno conquistato. Da quando l’ho conosciuto, sentivo di avere un debito nei suoi confronti. Perciò, questo video è un omaggio a lui, ai suoi genitori e a tutte le persone che sono capaci di affrontare gli ostacoli della vita con forza e sempre con il sorriso sulle labbra. A loro dobbiamo il massimo rispetto”.

Beeek ha realizzato una campagna social ironica, in cui gli stessi attori si sono divertiti e messi in gioco e, tutti insieme, hanno contribuito a costruire “il caso”. Lo spirito del video, in linea con l’idea proposta dal primo cittadino, nasce per “stemperare l’atmosfera prevalentemente greve collegata di solito alle pubblicità progresso, e ha trovato una sorprendente sponda nella disponibilità e nell’allegria contagiosa di Giulio Polignone e della sua famiglia, ai quali il lavoro è completamente dedicato”. L’agenzia si è offerta di occuparsi del progetto a titolo gratuito, “vista l’attenzione per i temi di rilevanza sociale e culturale dimostrata in più occasioni dall’amministrazione in carica”.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Allegati

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Condivido pienamente il bisogno di civilizzare certa gente. Gran bella idea, anche se qualche multa in più non farebbe male...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Banda" di ragazzini semina il panico nel quartiere San Michele: denunciati atti vandalici, insulti e minacce

  • Cronaca

    VIDEO | Madre in lacrime al figlio Francesco: "Sono disperata, ti prego di tornare, per te ho lottato"

  • Cronaca

    Vanno a riscuotere il pizzo ma trovano la polizia: 5mila euro e 500 al mese, così taglieggiavano imprenditori dell'Artigiani

  • Cronaca

    Prima il sesso poi la violenza shock: trans picchiato, chiuso nel bagagliaio e scaricato in campagna: due arresti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Cerignola, identificate le giovani vittime: hanno 16 e 18 anni

  • Giovanissimi morti nell'incidente di via dei Mandorli: ai domiciliari 22enne, risponderà di omicidio stradale

  • Terribile incidente stradale, a Cerignola: scontro in via dei Mandorli, due le vittime

  • Giovanissime vite spezzate, lutto cittadino a Cerignola: "Colpita duramente la comunità"

  • Scomparso nel nulla da 72 ore, Foggia in ansia per Francesco. La madre: "Non so più cosa fare"

  • Oggi l'ultimo saluto ad Agostino e Aurora. L'avv. Assumma: "Il conducente rischia fino a 18 anni"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento