Con Terrarancia il paese dell’amore si racconta, tra promozione della qualità e destagionalizzazione del turismo

Presentata la seconda edizione dell’evento in programma a Vico del Gargano dal 14 al 17 febbraio che, quest’anno, ruoterà sul tema ‘Amore di cioccolato’

Promuovere un turismo di qualità e destagionalizzare, raccontando storia, tradizioni e tipicità del paese dell’amore. Sono le finalità di Terrarancia, l’evento in programma a Vico del Gargano dal 14 al 17 febbraio che, quest’anno, ruoterà sul tema “Amore di Cioccolato”.

La seconda edizione della manifestazione, presentata oggi (venerdì 8 febbraio) in conferenza stampa a Foggia, è organizzata da Regione Puglia, Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia, Parco Nazionale del Gargano, Comune di Vico del Gargano, in collaborazione con Di terra di mare, RedHot e Asernet, con il patrocinio di Symbola e Puglia Promozione e con la partecipazione del Consorzio di tutela dell’arancia e del limone del Gargano IGP.

“L’anno scorso Terrarancia ha portato risultati eccellenti. Vogliamo continuare ad investire, con l’impegno di tutti, alzando l’asticella della qualità, valorizzando i nostri prodotti e facendo scoprire a tutti Vico, che possiede uno dei centri storici più belli e ampi del Gargano” ha dichiarato il sindaco di Vico del Gargano Michele Sementino, che ha portato i saluti dell’assessore con delega alla promozione del territorio Raffaele Sciscio.

Dal 14 al 17 febbraio la cittadina garganica, già contraddistinta dalla bandiera arancione - è uno dei Borghi più Belli d’Italia - si vestirà a festa per celebrare San Valentino.

“Quest’anno festeggiamo i 401 anni del patrono che dal 1618 sostituisce San Norberto che si festeggiava in estate, il 6 giugno, insieme alla Madonna del Rifugio. Ma visto che spesso durante l’inverno i raccolti venivano danneggiati dagli agenti atmosferici, i cittadini di Vico chiesero di poter cambiare il santo protettore”, ha spiegato l’assessore con delega alle attività culturali Rita Selvaggio.

Ed infatti a Vico del Gargano San Valentino, prima di essere il protettore degli innamorati, è il protettore delle arance, vera ricchezza di questa terra. Gli agrumeti del Gargano sono tra i più antichi d’Italia, si estendono su un’area di circa 800-1000 ettari circoscritti nei territori di Vico del Gargano, Ischitella e Rodi e simboleggiano da sempre l’identità storica e culturale del Gargano settentrionale.

“Gli abitanti di Vico tengono davvero molto a San Valentino e questa festività, che lega gli agrumi all’amore, risuona ancora di più con Terrarancia”, ha affermato il consigliere con delega a eventi e manifestazioni Vincenzo Azzarone.

Dal 14 al 17 febbraio Vico del Gargano attende turisti e visitatori con un ricco programma di eventi.

Giovedì 14, giorno di San Valentino, alle 18.30 in Largo San Domenico ci sarà l’inaugurazione ufficiale di Terrarancia, in presenza delle autorità e di Santino Caravella, intervenuto in conferenza stampa perché, ha detto, “dobbiamo cercare insieme di promuovere il più possibile la nostra terra”.

Tutti i giorni sarà allestito il mercatino con artigiani, produttori e cibi di strada in Largo San Domenico, piazza Fuori Porta, Piazza Castello e Palazzo della Bella.

Le stanze di Palazzo della Bella ospiteranno anche le masterclass a cura di pasticceri e panificatori. A lavorare il cioccolato abbinandolo alle arance in tanti modi diversi saranno: Luigi Giannotti di Bovino, Michele di Maria di Vico del Gargano, Ciro Chiazzolino di Lucera, Pascal Barbato di San Marco in Lamis, Andrea Barile di Foggia. Enzo Scivetti, esperto di analisi sensoriale e tecniche di assaggio, curerà i momenti dedicati alla degustazione di distillati in abbinamento al cioccolato e ai sigari, mentre l’Associazione Vitivinicola Dauna curerà la degustazione del Nero di Troia.

Durante la conferenza il pastry chef Ciro Chiazzolino ha mostrato tre sculture di arance e cioccolato, un piccolo assaggio di quello che sarà possibile vedere ed assaggiare a Vico durante Terrarancia.

A coordinare le masterclass, insieme alle organizzatrici dell’evento, è stata Ilenia Diana di Onlyfood. “Diamo valore alla rete, quella vera, tra professionisti, che permette di creare eventi che funzionino”, ha detto la project manager Maria Pia Liguori.

Terrarancia unisce enogastronomia, turismo e cultura. “La cultura e le tradizioni del posto”, ha spiegato l’ideatrice dell’evento Ester Fracasso che ha aggiunto: “abbiamo coinvolto, come sempre, gli abitanti, le associazioni del posto, i produttori e gli artigiani di questo bellissimo borgo dove le tradizioni si conservano. A Vico, infatti, sono presenti ancora tessitrici e liutai, figure che in altri luoghi stanno sparendo”.

Ci saranno laboratori dedicati ai bambini con racconti animati a base di arance, cioccolato e altri ingredienti, a cura della dottoressa Antonella Scillitani.

La musica percorrerà i vicoli del borgo e non mancheranno performance itineranti di artisti di strada.

L’evento si concluderà con la sfilata artistica a cura di Matilde Di Pumpo e con il ‘Premio Terrarancia 2019’.

Durante i tre giorni sarà inoltre possibile: prenotare visite guidate ai siti di interesse culturale di Vico del Gargano (info 0884.994666 o 324.8820065) e visitare la mostra fotografica “Dolce Gargano” a cura dell’artista Matilde Di Pumpo (presso il Palazzo della Bella).

A raccontare Terrarancia sui social saranno Andrea e Valentina de La cucina del fuorisede accompagnati da altri blogger: Valentina Previdi (da Piacenza), Profumo di cannella e cioccolato, che da sempre ha nel sangue l’amore per i dolci e la cucina; Alessandro Pomponi e Valentina Morena (da Roma), alias Vale Ale -Two Cookies in the world, compagni nel blog e nella vita.

“Non a caso abbiamo scelto questi blogger, avremo una coppia e ben tre donne che portano il nome del santo patrono”, ha spiegato Andrea Pietrocola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Omicidio nel Foggiano: ucciso 'Fic secc', noto esponente della criminalità garganica

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Madre urla disperata, bimbo rischia di soffocare con un pezzo di wurstel: autista soccorritore del 118 gli salva la vita

  • Quel piano 'bomba' per uccidere 'Fic Secc': ieri l'omicidio a colpi di fucile dell'erede di Romito, stub e perquisizioni

  • Bomba in vicolo Ciancarella, a Foggia: colpita la friggitoria 'Poseidon', malore per un residente

Torna su
FoggiaToday è in caricamento