“tutte ’mbitte a mé? n’è rumastë nindë!!!”, al 'Giordano' la commedia del centro 'Il Sorriso' di Foggia

Una commedia speciale portata in scena da attori un po’ speciali: mercoledì 17 aprile 2019 alcuni ospiti del Centro diurno psichiatrico Il Sorriso di Foggia metteranno in scena – al Teatro Umberto Giordano – la commedia in dialetto foggiano intitolata tutte ’mbitte a mé? n’è rumastë nindë!!!

La messinscena – che è stata curata dal Centro diurno psichiatrico Il Sorriso in collaborazione con l’associazione teatrale Enarché (presieduta da Carlo Bonfitto) e dal Teatro Regio di Capitanata di Foggia, è liberamente tratta dal lavoro originale U murte de subbete del commediografo foggiano Mario Ricci (autore prolifico del teatro dialettale dauno scomparso nel 2015). Matteo Bonfitto, operatore del Centro Il Sorriso e attore della Compagnia Enarché, ha riadattato il testo di Ricci e ne ha curato la regia.

La rappresentazione del 17 aprile, che si terrà al Teatro Umberto Giordano grazie all’appoggio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia, costituisce un tassello importante, un successo potremmo dire senz’altro, nell’attività delCentro Il Sorriso, i cui operatori mettono in atto per gli ospiti un programma terapeutico e socio-riabilitativo.

Gli ospiti-attori frequentano una delle strutture del CUS - Consorzio Utilità Sociale, Società Cooperativa Sociale nata nel 1994 per offrire servizi socio-sanitari e assistenziali a utenti di competenza psichiatrica. Il Consorzio è operativo in Puglia e Molise con strutture di riabilitazione extra-ospedaliere. Il fine per gli utenti è rappresentato dal raggiungimento del massimo livello di autosufficienza personale sociale e/o lavorativa acquisibile. I servizi offerti dal C.U.S. sono tesi a migliorarne la qualità della vita, favorendone il benessere psicofisico, l’integrazione sociale e la valorizzazione di attitudini e potenzialità. Dal 2000 è operativo a Foggia il primo centro diurno psichiatrico della città, il Centro Il Sorriso appunto; da subito è stato attivo il laboratorio teatrale.

Il laboratorio è guidato da Matteo Bonfitto, in collaborazione con gli operatori del Centro Diurno e la partecipazione attiva degli utenti; negli anni il laboratorio ha portato alla realizzazione di sketch e piccoli show sino ad arrivare alla messinscena in alcuni teatri foggiani, nel 2010, di una commedia in vernacolo. Quest’anno, con l’appoggio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia, che ha concesso a titolo gratuito il Teatro Giordano, sarà possibile riproporre il progetto Teatro Vs Stigma, con un nuovo lavoro, nella speranza e con il fine di sensibilizzare i cittadini sulle opportunità di integrazione e inclusione sociale, che è doveroso offrire alle tante persone che vivono una condizione – anche grave - di disagio.

A dare supporto all’organizzazione il Teatro Regio di Capitanata (a Foggia, in via Guglielmi) e l’associazione Enarché, realtà sempre attente a dare spazio ed energie a chi ne ha più bisogno, nell’ottica di un teatro necessariamente ispirato alla solidarietà e alla condivisione.

La trama della commedia. Al centro della vicenda una triste circostanza, ovvero il funerale di un uomo. Amici e vicini di casa provano a dar conforto alla vedova che, tuttavia, pare abbia altri pensieri oltre a piangere a calde lacrime il marito. Forse il defunto, avendo stipulato una polizza sulla vita, ha lasciato un piccolo tesoro alla moglie?

Ecco l’elenco degli attori: Matteo Bonfitto, Giuseppina L’Altrelli, Valerio Del Monte, Angela De Maio, Loredana Cassano, Alessandro Colecchia, Anna Petroni, Grazia Cagnazzo, Alfredo Attisano, Donato Delli Carri, Nicola Coletta.

Ricordo che allo spettacolo tutte ’mbitte a mé? n’è rumastë nindë!!! si accede solo per invito, da richiedere al Centro diurno Il Sorriso (tel. 0881/749427), sito a Foggia in via Telesforo, 47/R oppure contattando il Teatro Regio di Capitanata.

Il Centro Diurno “Il sorriso”, in collaborazione con l’associazione Enarché e il Teatro Regio di Capitanata presentano:

“tutte ’mbitte a mé? n’è rumastë nindë!!!”

Commedia in dialetto foggiano in due liberamente tratta da “U murt de subbete” di Mario Ricci

Testo e regia di Matteo Bonfitto

Con Matteo Bonfitto, Giuseppina L’Altrelli, Valerio Del Monte, Angela De Maio, Loredana Cassano, Alessandro Colecchia, Anna Petroni, Grazia Cagnazzo, Alfredo Attisano, Donato Delli Carri, Nicola Coletta

Mercoledì 17 aprile 2019

Porta: ore 20.30; inizio spettacolo: ore 21.00

Foggia, Teatro Umberto Giordano (piazza Cesare Battisti)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "N’acque che macchje": al Teatro Regio di Capitanata torna in scena dopo 17 anni la commedia di Michele Norillo

    • dal 6 aprile al 12 maggio 2019
    • Teatro Regio di Capitanata
  • "Mosè, Principe d’ Egitto": al Teatro dell'Opera lo spettacolo dell'Associazione Academia Recital

    • 3 maggio 2019
    • Teatro dell'Opera
  • Opera in Puglia approda a San Severo con un nuovo allestimento di Rigoletto per il SanseverOpera Festival

    • dal 10 al 12 maggio 2019
    • Teatro Verdi

I più visti

  • Achille Lauro a Foggia: il rapper incontra i fan al Mondadori Bookstore

    • 3 maggio 2019
    • Mondadori Bookstore
  • Fabrizio Moro a Monte Sant'Angelo: incontro con i fan al Centro Commerciale Gargano

    • 3 maggio 2019
    • Centro Commerciale Gargano
  • Luca Carboni in concerto a Cagnano Varano: il tour del cantautore bolognese fa tappa sul Gargano

    • 10 maggio 2019
    • Centro
  • "Love fest" e "Shopping in love": nel centro storico di Manfredonia quattro giorni dedicati all'entertainment

    • da domani
    • dal 24 al 28 aprile 2019
    • Centro storico
Torna su
FoggiaToday è in caricamento