The legendary Johnny O'Neal, l'appuntamento a Jazzin Masseria Celentano

JAZZIN MASSERIA CELENTANO
In collaborazione con Associazione No-Profit “Amici Jazz San Severo”
Direzione Artistica: Antonio Tarantino
Produzione: Alberto Longo – Masseria Celentano

San Severo . Mercoledì 28 Agosto – Ore 21,30
Special Event Trio Con Il Legendary

J O H N N Y O’ N E A L
L’icona Dei Musicisti Di New York

Johnny O’Neal: piano & vocals
Mark Lewandowski: double bass
Itay Morchi: drums

Info & Prenotazioni
348 04 22 174 - Amici Jazz San Severo
333. 68 15 383 - 340. 38 25 932
Ore 21,30: cena a buffet + concerto € 40,00
Ore 22,30: ingresso solo concerto € 25,00
MASSERIA CELENTANO
SP 20 x LUCERA KM. 8,00 - SAN SEVERO [FG]

Pianista e vocalist, nativo di Detroit, Johnny O’ Neal (63 anni) ha suonato a stretto contatto con alcune leggende come Dizzy Gillespie, Ray Brown, Joe Pass, Kenny Burrell, Clark Terry, Sarah Vaughan, Nancy Wilson, Milt Jackson, suonando regolarmente al Blue Note. Principalmente noto negli anni ottanta come il pianista di Art Blakey, ha militato per due anni (1982-1983) nei Jazz Messengers. Bella questa sua composizione: Oh-By The Way, Timeless 1982.
https://www.youtube.com/watch?v=O_7RRbIBwXg&t=39s

Ha recitato nel film Ray di Taylor Hackford facendo la parte di Art Tatum che canta il blues con il brano “Yesterdays”. Infatti il suo stile paga un fortissimo tributo alla grande tradizione dell’idioma afroamericano e a pianisti come il succitato Tatum e Oscar Peterson.

Il compianto Mulgrew Miller, in un’intervista del 2006, riportata nel DVD “ Tight” cattura O’Neal nel periodo magico della sua carriera dichiarando: “Ci sono due musicisti della mia generazione che sono dei talenti naturali e tutti e due vengono da Detroit. Uno è Kenny Garrett e l’altro è Johnny O’ Neal”.

Johnny O’ Neal, una storia la sua, intensa, dura e fortunata.
Dopo 20 anni di assenza dalle scene a causa di problemi di salute, Johnny ‘O Neal è tornato, dimostrando di aver intatta tutta la sua straordinaria capacità di comunicazione. Oggi conferma di essere un artista a “tutto tondo”, un vero intrattenitore, capace di incantare sia suonando che cantando. Un grande raccontatore, con una spiccata vocalità polverosa dalla bella tensione bluesy, si muove con eleganza evidenziando l'abilità di un consumato entertainer ma anche raffinato gusto armonico, fluidità melodica e tensione ritmica. Un vero cantastorie del mondo della musica come solo i grandi artisti che hanno fatto la storia e che incarnano un certo tipo di tradizione sanno fare.

Jazz, swing, blues, conoscenza enciclopedica della tradizione. A New York, dove è tornato ad animare le serate nei principali jazzclub come Smalls, Fat Cat, Mezzrow a Downtown e Smoke ad Uptown dove ogni sera registra il sold out, tra le ovazioni del pubblico ed essere considerato “ the Talk of the Town!” ( la voce della città ).

Johnny O’ Neal è oggi un artista molto considerato anche in Europa. Infatti, a seguito della realizzazione del CD “O’Neal Is Back” – 2016, prodotto da Giulio Vannini con la partecipazione ed il sostegno di varie associazioni, tra le quali anche l’Associazione No-Profit “Amici Jazz San Severo”, ha svolto ben tre tour europei e nello scorso dicembre è stato ospite d’onore all’Olympia di Parigi nella serata organizzata dalla Radio TSF Jazz.

In questo nuovo tour europeo, con O’Neal il contrabbassista e compositore
Mark Lewandowski
Di origine londinese ma ora a NYC, ha avuto il piacere di esibirsi in numerosi jazz club e festival di tutto il mondo con una vasta gamma di musicisti tra cui John Surman, Wynton Marsalis, Buddy Greco, Sheila Jordan, Henry Grimes, Steve Wilson, Paul Dunmall, Vic Juris, Martin Carthy, Jean Toussaint, Tcha Limberger, Julian Joseph, Bobby Wellins, Peter King e tanti altri.

Alla batteria:
Itay Morchi
Musicista energico e fantasioso, ha quello che serve per elevare e spingere qualsiasi situazione musicale.
Originario di Tel-Aviv, Israele, dal 2013 vive a New York e da qui l’opportunità di suonare a fianco di Roy Hargove, Ravi Coltrane, Mulgrew Miller, Eli Degibri, Doug Weiss, Omer Avital, Joel Frahm, Avishai Cohen, David Berkman, Aaron Goldberg, Donald Harrison, Grant Stewart, JJ Wiggins e altri ancora.
Da dicembre 2016 è entrato a far parte del trio di Johnny O'neal con cui nel 2017 ha partecipato alla realizzazione dell’album a firma di O’Neal "In The Moment" con Roy Hargrove, Ben Rubens e Grant Stewart.

Antonio Tarantino
Dir.Art. Jazzin Masseria Celentano
Presidente Associazione No-Profit “Amici Jazz San Severo”

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Michele, Violante e Brenno Placido sostengono la ricerca di Casa Sollievo: gli attori ospiti speciali del Concerto di Natale

    • 15 dicembre 2019
    • Teatro Comunale Giuseppe Verdi
  • La calda e sensuale voce di Mario Biondi pronta a deliziare il Giordano: la star internazionale del soul e del jazz live a Foggia

    • 22 dicembre 2019
    • Teatro Umberto Giordano
  • Torna il concerto di Natale a San Severo: una serata per sostenere la ricerca di Casa Sollievo della Sofferenza

    • 15 dicembre 2019
    • Teatro Verdi

I più visti

  • L'assessorato alla Cultura del Comune di Foggia presenta la Ruota panoramica solidale, simbolo del Natale 2019

    • dal 9 al 25 dicembre 2019
    • Piazza Cavour
  • Foggia accoglie il raduno dei Golden Retriever: passeggiata di Natale per le vie della città

    • 15 dicembre 2019
    • Centro
  • Un albero maestoso, un carro stupefacente, incredibili attrazioni e video mapping 3d: ecco 'La Città di Babbo Natale' a Lucera

    • dal 7 dicembre 2019 al 11 gennaio 2020
    • Palazzo De Troia
  • Beppe Signori torna in Capitanata: uno dei protagonisti di Zemanlandia presenta il libro che racconta la sua carriera

    • da domani
    • dal 12 al 15 dicembre 2019
    • Centro Sportivo Garden
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento