Studenti del Poerio imparano a fare impresa culturale alla Paisiello

Sette studenti del Liceo musicale “Carolina Poerio” di Foggia ospiti degli Amici della Musica di Lucera per apprendere l’arte di fare cultura. Convenzione innovativa tra l’istituto foggiano e l’associazione lucerina, rientra nel progetto "Alternanza scuola-lavoro"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Apprendere i fondamenti dell'imprenditorialità musicale direttamente "sul campo", anzi in sala concerti. È il programma che stanno affrontando in questi giorni sette studenti del Liceo musicale "Carolina Poerio" di Foggia, ospiti dell'Associazione Amici della Musica "Giovanni Paisiello" di Lucera. Si tratta di una collaborazione che rientra nel cosiddetto programma "Alternanza scuola-lavoro" e rappresenta un esperimento formativo di grandissima innovazione, che si propone di nutrire il fermento creativo e organizzativo del futuro artistico della Capitanata.

"Questi studenti - spiega Francesco Mastromatteo, direttore artistico della Paisiello -avranno a disposizione tutto il necessario per poter eventualmente un giorno avere una propria imprenditorialità artistica ed esseri creatori di imprese culturali, e musicali nello specifico. Dal nostro punto di vista, questo scambio è per noi anche un modo per ringiovanire il pubblico e rendere il pubblico giovane partecipe della vita di un mondo, quello della musica classica, che spesso viene erroneamente pensato solo per 'anziani'. Siamo felici di essere i protagonisti di una partnership pilota, realizzata con la professoressa Egilda Imbellone, coordinatrice del progetto, e i docenti di violino Angelo de Magistris e Laura Aprile, che seguono i ragazzi anche in sala".

I ragazzi saranno impegnati 80 ore nei locali dell'Associazione dove impareranno tutti gli aspetti della vita di un'organizzazione musicale: dalla scelta artistica alla programmazione dei concerti, dagli aspetti burocratici ai rapporti con i soci, dal lavoro amministrativo alla promozione dell'attività (rapporti con il pubblico in sala e con i media, la presenza sui social), passando per la routine dei concertisti e l'ospitalità ad essi fornita e finendo all'etichetta da tenere ai concerti. Gli studenti saranno dunque partecipi di tutto l'iter organizzativo e presenzieranno ai vari appuntamenti del cartellone 2016, approfondendo il percorso storico-musicale che si affronta attraverso i concerti. Attenti, i sette ragazzi già seguono anche gli aspetti che si celano nel "dietro le quinte" della Sala Paisiello, affiancati dalla presidentessa del sodalizio, Elvira Calabria.

"Per noi è un piacere, oltre che un privilegio - dichiara la professoressa Calabria - riuscire a introdurre questi sette giovani del Liceo musicale a tutte le conoscenze riguardanti la vita artistica, ma anche a quella burocratica e amministrativa di un'associazione concertistica, mostrando situazioni concrete che difficilmente potrebbero apprendere senza un'esperienza pratica di questo tipo. Certo, la nostra non può considerarsi tecnicamente un'azienda, eppure siamo un'impresa che fa cultura e siamo certi che questo sia un progetto utile a consolidare la relazione tra istituzioni scolastiche e mondo del lavoro".

Torna su
FoggiaToday è in caricamento