Magia all’abbazia di San Leonardo, raggio di sole filtra e forma petali di luce

Oltre duecento si sono recati nella chiesa a 10 chilometri dalla città sipontina per ammirare il suggestivo fenomeno astronomico che si ripete da nove secoli nel giorno del solstizio d'estate

Un raggio di sole catturato da una “rosa” a undici petali che corre sul pavimento e abbraccia una croce che vi è incisa. Un fenomeno astronomico antico e sempre nuovo, che da nove secoli – ogni 21 giugno, giorno del solstizio d’estate - si ripete all’interno dell’abbazia di San Leonardo in Lama Volara, a 10 chilometri da Manfredonia.

Anche quest’anno, sono stati numerosissimi i visitatori che hanno assistito al suggestivo fenomeno che da’ il via alla stagione più calda dell’anno. Oltre 200, infatti, sono stati i fedeli, turisti e curiosi che si sono dati appuntamento nella chiesa eretta nel 1127, pregevole esempio di romanico pugliese, in attesa di assistere alla teofania del sole catturato al “mezzogiorno astronomico”.

Il momento più atteso è quello che si continua a registrare alle 12.58, quando un suggestivo fascio di luce - dopo aver attraversato il foro gnomonico sagomato come un piccolo rosone e posto sotto la volta della chiesa - accarezza la croce graffita sul pavimento della basilica, al centro dei due pilastri prospicienti l’ingresso laterale.

Il passaggio dei raggi solari avviene durante il solstizio d’estate e in quello invernale: il fenomeno astronomico - che ha luogo anche in Francia, nella cattedrale di Chartres - è frutto di un accurato studio che si pone a metà strada tra architettura e astronomia, una progettazione che precede la costruzione stessa del complesso, luogo in cui i cristiani si fermavano per riposare dopo aver pregato nella grotta di San Michele, a Monte Sant’Angelo, prima di riprendere il lungo cammino verso la Terrasanta.

In attesa della suggestiva teofania del sole, il complesso di San Leonardo ha ospitato un convegno sull’importanza dei solstizi nell’evoluzione dell’umanità, organizzato dalla sezione pugliese della Società Astronomica Italiana. Al centro del convegno l’importanza dei solstizi e dell’avvicendarsi delle stagioni che regolano da sempre la vita dell’uomo, che è sempre stata condizionata dai fenomeni astronomici, così come la vita della vegetazione che dipende dalla danza celeste del sole durante l'anno.

I solstizi sono un modo comodo per fissare una data iniziale per l'anno dalla quale cominciare a contare i giorni del calendario: testimonianza di ciò, sono gli orientamenti verso il sorgere del sole al solstizio d'estate o d'inverno di megaliti preistorici e monumenti, utilizzati un tempo quando non esisteva la scrittura. L'importanza dei solstizi (ed equinozi) è stata inoltre conservata nelle feste di vari popoli, anche con il cristianesimo, mentre segni di luce solstiziali sono presenti in chiese e abbazie tra cui – appunto - quella di San Leonardo di Siponto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

  • Da "nonostante sia di Foggia" a 'Zoo pieno di terroni": aperto procedimento contro Feltri dopo l'esposto dei colleghi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento