Una piccola Betlemme al Villaggio Emmaus: 60 figuranti per il Presepe Vivente

Scenografia realizzata interamente con materiale di recupero e degustazione di prodotti alimentari provenienti dal circuito solidale

Il Presepe Vivente

Il 27 dicembre e il 4 gennaio - dalle 16 alle 21 – va in scena  il presepe vivente presso il Villaggio Emmaus, in località Torre Guiducci. Il dono natalizio che Emmaus fa alla città è riempire gli sguardi con una rappresentazione viva della natività. Foggia ha la sua piccola Betlemme al Villaggio Emmaus dove tutto è inconfondibilmente interculturale. Arrivati dal Kenya, Nigeria, Senegal, Mali, Somalia, Marocco, Niger, Italia tutti contribuiscono a rendere ricco questo Natale, che è nella sua origine storia di accoglienza di Cristo e continua ad essere storia di accoglienza di vita e speranza.

Parola chiave dell’evento, oltre l’intercultura e la solidarietà, con oltre 60 figuranti ospitati dal Villaggio Emmaus, dall’Albergo Diffuso, dal Villaggio Don Bosco e dalla Casa del Giovane, è la biosostenibilità con una scenografia realizzata interamente con materiale di recupero e una degustazione di prodotti alimentari provenienti dal circuito solidale per dare una prova di gusto a una serata già speciale.   Per vivere il Natale basta poco, con Emmaus l’impegno etico si sposa con il ludico e una coloratissima natività è la prova che la gioia di stare assieme non conosce barriere nell’arcobaleno dei popoli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento