Presepe Vivente a Rignano Garganico: il programma della XVII edizione

Si entra nel vivo dei preparativi nel comune più piccolo del Gargano.

Presepe vivente

19, 26, 28 dicembre e 6 gennaio, queste le date scelte per poter visitare il più piccolo comune del Parco Nazionale del Gargano, ritrovando l'atmosfera del natale contadino degli anni '30.  Rignano Garganico é un antico borgo medievale, denominato il "balcone delle puglie", dove grazie ad un ampio giro esterno che circonda l’intero paese, è possibile ammirare tutta la piana del Tavoliere, che va dal golfo di Manfredonia, passando per tutto il subappennino dauno, fino ad arrivare alle cime già innevate del Gran Sasso e della Maiella, in Abruzzo.

Nel 1998 l'istituto scolastico "San Giovanni Bosco" mise in scena per la prima volta il Presepe Vivente, in un progetto volto alla riscoperta degli antichi mestieri.  Di anno in anno il progetto si è ampliato tanto da coinvolgere l'intero paese.  La ricerca minuziosa dei dettagli, la partecipazione attiva degli abitanti, oltre 300 comparse più tutti coloro che lavorano dietro le quinte, rendono Rignano Garganico un Presepe Vivente a cielo aperto, tra l'altro, tra i più grandi e longevi del Sud-Italia.

In occasione della sua XVII edizione, l’Associazione, presieduta da Luciano Draisci, ha voluto candidare,in sinergia con l’Ente comunale, il presepe di Rignano alla Rete dei Presepi di Puglia, per poter rafforzare e ampliare ulteriormente la collaborazione interistituzionale e proiettare così  il presepe nei circuiti turistici pugliesi e nazionali. Tutto questo per poter raccogliere ulteriormente i frutti del duro lavoro fatto negli anni da parte di tutti.

Particolare attenzione è stata rivolta all’allestimento delle piazze e delle vie che fanno da cornice all’intero percorso che si snoda nelle stradine del centro storico di origini medievali, in un'atmosfera natalizia molto suggestiva. Per quest’anno saranno le comparse a tagliare il nastro inaugurando l’edizione 2014/2015. Un modo come per ringraziare tutti per il duro lavoro e la forte dedizione dimostrata in quella che è diventata la più grande e impegnativa manifestazione dell’intera cittadina.

Per il quinto anno di seguito il Presepe Vivente di Rignano Garganico rinnoverà il gemellaggio con il Presepe Vivente di Deliceto, dove nel Convento della Consolazione, durante la sua permanenza dal 1745 al 1747, Sant’Alfonso Maria de’ Liguori compose il famoso canto natalizio “Tu scendi dalle stelle". Per arricchire ulteriormente queste sinergie, entrambi i Presepi visiteranno il Presepe vivente di Canosa di Puglia, per porre le basi per un eventuale terzo gemellaggio.

Come ogni anno la riuscita del Presepe vede la partecipazione attiva del Comune di Rignano Garganico, del Parco Nazionale del Gargano, della Regione Puglia, della Provincia di Foggia, della collaborazione della Parrocchia Maria SS Assunta, dell'Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco, delle associazioni, delle aziende del territorio e di tanti volontari.  L'edizione di quest'anno si svolgerà il 19 dicembre, dalle ore 8,30 alle 13,30 e sarà dedicata, come sempre, alle scolaresche; il 26 e il 28 dicembre dalle ore 16,00 alle 20,00; e si concluderà il 6 gennaio dalle ore 16,00 alle 20,00, con l’arrivo dei Re Magi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento