“C’era una volta Nicodemo”: il Presepe Vivente di Emmaus

Nel Vangelo di Giovanni si racconta dell’incontro tra Gesù di Nazareth e Nicodemo: il capo dei Giudei lo raggiunge di notte e gli chiede se è possibile rinascere. La vera rinascita, gli rivela il Nazareno, non è cambiamento, ma è generare dall’amore e per l’amore: solo così, si può rinascere per sempre. È ispirato a questo incontro il tradizionale appuntamento organizzato dalla comunità di Emmaus che, quest’anno, compie quarant’anni di intensa e preziosa attività. Torna l’evento che forse meglio sintetizza l’enorme impegno messo in atto in questi anni dagli uomini e dalle donne del sodalizio di Via Manfredonia: il Presepe Vivente, giunto alla sua undicesima edizione. C’era una volta Nicodemo: questo, pertanto, il titolo dato alla suggestiva rappresentazione che, riprendendo le parole di Don Vito Cecere, storico punto di riferimento della comunità, “è vivente proprio perché i figuranti sono uomini e donne, giovani e ragazzi, con la loro vita, i loro sentimenti, le loro emozioni, storie uniche ma spesso anche storie ferite”.  Dopo la “prima” del 23 dicembre la manifestazione si ripeterà sabato 6 gennaio al Villaggio Emmaus, in contrada Torre Guiducci (Via Manfredonia, km 8), dalle ore 16.30 sino alle ore 20.30 (ingresso libero).

Presepe Vivente Emmaus 2-2-2

Una rappresentazione suggestiva e carica di significato, dunque, assolutamente in “carne e ossa”, proprio come nelle precedenti edizioni, con un percorso ricreato ad hoc all'interno degli ambienti della Fattoria Didattica, per l’occasione animata da tutti i tradizionali personaggi del presepe, animali compresi. Non ci sarà l’incontro tra Gesù e Nicodemo in questa rappresentazione, ma ci sarà quel messaggio di amore raccontato nel Vangelo di Giovanni e che ha dato inizio alla grande avventura della Comunità Emmaus, cominciata esattamente quarant’anni fa. “Vogliamo raccontarti la storia del nostro incontro con Gesù di Nazareth – sottolinea Don Vito – un incontro che ci ha generati nell´amore, ci ha cambiati, ci ha resi costruttori del ‘regno’ di Dio in mezzo agli ultimi. Questa scena la troverai senz’altro nel nostro Presepe Vivente, la potrai vedere e se vuoi ne prenderai forza per la tua vita”.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Religione, potrebbe interessarti

  • 'Fucacoste e cocce priatorje', a Orsara di Puglia il più grande "contro-Halloween" d'Italia

    • 1 novembre 2019
    • Centro

I più visti

  • Il brigantaggio meridionale post-unitario: Carmine Pinto lo racconta nel suo libro

    • solo domani
    • 22 ottobre 2019
    • Centro di ricerca e documentazione
  • A Foggia la prima masterclass per assaggiatori di pizza

    • solo domani
    • 22 ottobre 2019
    • Pizzeria Moreh
  • Torna la Sagra della castagna a Carapelle

    • 26 ottobre 2019
    • Centro
  • Rodi ospita il "Gargano Comics": al porto la prima edizione della mostra-incontro sul fumetto

    • dal 19 ottobre al 19 novembre 2019
    • Porto Turistico
Torna su
FoggiaToday è in caricamento