Peter, il carapellese del Connecticut ce l'ha fatta: dopo lunghe ricerche ha scoperto le sue origini

A Carapelle è riuscito a trovare vecchi documenti che gli hanno permesso di risalire al suo albero genealogico

Peter Traisci
Suo nonno era nativo di Carapelle, dove era nato nel 1884 e si chiamava Pietro come lui, anche se in realtà si è scoperto che il suo vero nome era Pasquale.  Peter Traisci, americano del Connecticut, di padre nativo del Rhode Island ma di radici carapellesi, da tanti anni era alla ricerca delle sue origini.
Lunghe ricerche e contatti Facebook con potenziali parenti italiani lo hanno portato proprio nei Cinque Reali Siti, dove ha incontrato la famiglia di un cugino, Rocco Traisci, che lo ha accompagnato a Carapelle.
Peter e sua moglie Abigail hanno gradito molto l’accoglienza del sindaco Umberto Di Michele, della giunta e degli assessori. A Carapelle è riuscito a trovare vecchi documenti che gli hanno permesso di risalire al suo albero genealogico. Prossima tappa Bovino, il paese della nonna ed un tour della Puglia

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Foggia: quarantenne ucciso a colpi di pistola in un'area di servizio lungo la Statale 673

  • Cronaca

    Piazza Mercato...della droga, stroncato giro di spaccio tra giovani e minorenni: 11 arresti

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale sulla Provinciale per Ascoli Satriano: auto fuori strada, muore una donna

  • Cronaca

    Landella richiama Salvini: "Abbiamo sgomberato campo rom in via Bari, ora vieni e libera Borgo Mezzanone"

I più letti della settimana

  • Piovono filamenti a Foggia: ecco cosa sono

  • Omicidio a Foggia: quarantenne ucciso a colpi di pistola in un'area di servizio lungo la Statale 673

  • Scacco matto della polizia allo spaccio di Piazza Mercato: ecco i nomi degli 11 arrestati

  • Imprenditrice muore nel Foggiano: schiacciata da un muletto in "circostanze anomale"

  • Arrestato l'uomo che ha picchiato l'autista dell'Ataf: è Carella, personaggio di spicco vicino alla criminalità locale

  • Guida Michelin 2019: l'omino che si lecca i baffi premia quattro ristoranti foggiani

Torna su
FoggiaToday è in caricamento