Torna in scena al Teatro Regio "P'u bene che ce vulime", la commedia dolceamara di Michele Norillo

Un grande successo di Michele Norillo (autore, attore e regista, da decenni figura di spicco del teatro dialettale foggiano e tra i fondatori della Compagnia Enarché) tornerà in scena al Teatro Regio di Capitanata a Foggia, in via Guglielmi, 8a (c/o Chiesa Madonna del Rosario)sabato 15 febbraio debutterà (e sono previste repliche fino all’8 marzo) P’u bene che ce vulime, commedia (scritta proprio da Norillo) che manca dal palcoscenico da una decina d’anni.

Lo spettacolo rientra nel cartellone della 19a stagione teatrale Enarché.

La trama. Il problema della casa esiste da sempre, ora la chiamano emergenza abitativa: e a questa emergenza (uno sfratto, in parole povere) devono far fronte Salvatore ed Erminia, che non trovano altra soluzione se non quella di andare a vivere con i genitori di lui, ovvero gli attempati Pauluccio e Incoronatella. Chiaramente gli equilibri familiari presto vanno in tilt, perché quelli che sono gli ospiti, come dice il proverbio, “entrano di punta e si mettono di piatto”. In altri termini i due sposi sfrattati – soprattutto la nuora - vogliono comandare in casa altrui. È lei, Erminia, una vera arrampicatrice sociale, che mette zizzania, giacché si comporta da vera dittatrice. La commedia, ambientata negli anni ’70, vede anche sulla scena due ragazzi, veri hippy e figli dei fiori: sono Giorgetto e Adelina, ovvero i figli di Erminia e Salvatore, esponenti delle nuove generazioni. 

Sei in tutto gli attori che calcheranno il palcoscenico: i veterani e bravissimi Amalia Ponziano (Incoronatella) e Giovanni Mancini (e Pauluccio) sono i due suoceri, Michele Norillo (Salvatore) e Lidia Delle Noci (Erminia), sono rispettivamente figlio e nuora dei due capifamiglia, mentre Roberta Mancini ed Enrico Lioce sono Adelina e Giorgetto, ovvero i due giovani fidanzati.

Ricordo che continua il partenariato dell’associazione Enarché con l’Assessorato alla Politiche Sociali del Comune di Foggia retto da Raffaella Vacca: il progetto – promosso con entusiasmo dal presidente Carlo Bonfitto - Il teatro è cultura, la cultura è per tutti permetterà a persone in condizioni economiche svantaggiate (due i posti riservati per ogni messinscena) di assistere gratuitamente agli spettacoli del Teatro Regio di Capitanata. I destinatari del progetto saranno individuati dagli elenchi dell’Assessorato.

19a Stagione Teatrale Enarché 2019/20

P’u bene che ce vulime

Commedia in dialetto foggiano in due atti di Michele Norillo

Regia di Michele Norillo

Con: Michele Norillo, Amalia Ponziano, Giovanni Mancini, Enrico Lioce, Roberta Mancini, Lidia Delle Noci.

Sabato 15 e dom. 16/2; in scena: 22-23-24-29/2 e 1-7-8/3 2020

Porta: ore 20.30; inizio spettacolo: ore 21.00

Foggia, Teatro Regio di Capitanata – via Guglielmi, 8a (c/o Chiesa Madonna del Rosario)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Belle ripiene": Rossella Brescia, Tosca D'Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo protagoniste al Teatro Verdi

    • solo oggi
    • 22 febbraio 2020
    • Teatro Verdi
  • Torna in scena al Teatro Regio "P'u bene che ce vulime", la commedia dolceamara di Michele Norillo

    • dal 15 febbraio al 8 marzo 2020
    • Teatro Regio di Capitanata
  • "Tartassati dalla tasse" al 'Giordano': Biagio Izzo torna a Foggia con un nuovo spettacolo

    • 11 marzo 2020
    • Teatro Umberto Giordano

I più visti

  • Torna il Carnevale di Manfredonia: musica, eventi per bambini, rassegne culturali e artisti locali nel fitto calendario di appuntamenti

    • da domani
    • dal 23 febbraio al 1 marzo 2020
    • Centro
  • Tutto pronto per il Carnevale Apricenese: il programma degli eventi

    • Gratis
    • dal 9 febbraio al 1 marzo 2020
    • APRICENA
  • A Cerignola torna la 'Festa della Pentolaccia'

    • solo domani
    • 23 febbraio 2020
    • Oratorio Salesiano
  • A Foggia il primo cineforum in lingua tedesca

    • dal 21 gennaio al 3 marzo 2020
    • Sala Farina
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento