'4 marzo 1957, San Casimiro': a Deliceto una mostra in memoria dell'intellettuale Vincenzo Mazzarella

La mostra '4 marzo 1957, San Casimiro' intende celebrare, a tre mesi dalla morte, l’intellettuale e gallerista Vincenzo Mazzarella: il titolo si riferisce alla sua data di nascita e l’indicazione del santo del giorno allude a quello che era divenuto ormai il modo usuale con il quale firmava i suoi testi critici e poetici. Una selezione degli artisti più rappresentativi che hanno collaborato ai suoi progetti artistici, sempre originalissimi e di grande spessore culturale, ci offre una serie di ritratti che ci mostrano a tutto tondo la complessità psicologica e spirituale della sua persona.

Paolo Bielli, Riccardo de Antonis, Lino Frongia, Marina Haas, Susanne Kessler, Michelangelo Pietradura, Eros Renzetti, Mariano Rossano e Anna Maria Sacconi ci permettono di dialogare e conversare con lui in una mostra commemorativa che sarà visitabile dal 16 al 26 marzo 2019, dalle 16 alle 18 presso il Castello Normanno-Svevo di Deliceto, con il Patrocinio del Comune di Deliceto, dell’Associazione Nessuno tocchi Caino, del Lions Club Foggia Host con la sezione dei Monti Dauni meridionali e della Galleria Monserratoarte900.

Inaugurazione 16 marzo 2019, ore 17.00.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Fase 2, la galleria della Fondazione riapre al pubblico: prorogata al 20 giugno la mostra di Matteo Manduzio

    • Gratis
    • dal 25 maggio al 20 giugno 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti

I più visti

  • Fase 2, la galleria della Fondazione riapre al pubblico: prorogata al 20 giugno la mostra di Matteo Manduzio

    • Gratis
    • dal 25 maggio al 20 giugno 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti
  • Massimo Recalcati dialoga con i lettori: Ubik Foggia tra le librerie del suo tour virtuale

    • 5 giugno 2020
    • Libreria Ubik (via Facebook)
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento