Gli scatti di Grazia Caggese e Michele Sepalone in mostra a San Severo

Si intitola V.I.E. (Very Important emotions) la mostra fotografica di Grazia Caggese e Michele Sepalone. Sono scatti che racchiudono emozioni, ricordi ma anche concetti legati al senso della vita e della morte. Immagini legate più al territorio quelle della Caggese: il Crocifisso, i cardi, una strada, la neve…simboli del quotidiano, dal sapore reportagistico, che ognuno di noi può interpretare in base al proprio stato d’animo, lasciandosi trasportare dalla memoria o da un odore.

Più esploratore dell’anima, invece, Sepalone: le parole evocative di una canzone, il cuore, il sangue…l’introspezione domina sulle sue “sperimentazioni fotografiche” con un lontano richiamo alle atmosfere boltanskiane.

La Caggese interagisce più con l’Altro, con ciò che la circonda e di cui si sente partecipe, Sepalone è più concentrato su se stesso, sulla sua interiorità, si pone degli interrogativi. La certezza che ci danno entrambi gli artisti è che le fotografie sono pezzi di vita, testimonianza del passato, del presente e chissà, custodi di rivelazioni sul futuro.

La mostra sarà inaugurata sabato 17 dicembre, alle ore 21:00, al Caffè Tra Le Righe di San Severo in Via De Cesare, 13 ed è a cura di Aradia Art Management.

La serata avrà come cooprotagonisti i ballerini Ada Santamaria e Alberto Curci che si esibiranno in una performance di danza contemporanea.

BIO GRAZIA CAGGESE

Grazia Caggese è nata e vive a Troia (Fg). Appassionata di cucina e cake design, scopre la fotografia un paio di anni fa, quando ha conosciuto Michele Sepalone che le ha trasmesso la passione per i dettagli e i particolari. La fotografia per lei rappresenta la possibilità di fermare l’attimo e renderlo duraturo nel tempo, cercando sempre di raccontare qualcosa di sé. Lei definisce bello uno scatto quando la emoziona d’impatto e non ha bisogno di spiegazioni perché si racconta da solo, in due parole: emozione e magia.

BIO MICHELE SEPALONE

Michele Sepalone, foggiano, è pittore, fotografo e abile creatore di preziosi monili, vere e proprie sculture da indossare. Ha esperienze come grafico e nel mondo del teatro come attore e scenografo. Impegnato socialmente ed artisticamente collabora, insieme ad associazioni di volontariato civile (AIL, Lega tumori, Trenta ore per la vita, ANLAIDS) alla realizzazione di importanti manifestazioni di solidarietà. E’ fondatore del Cenacolo Culturale “L’Araba Fenice” per la promozione di diverse manifestazioni di carattere artistico.

BIO ADA SANTAMARIA

Danzatrice, coreografa, insegnante e Istruttrice Federale di Discipline Musicali, Ada nasce ballerina hip-hop, studia danza jazz e contemporanea. Negli ultimi anni approfondisce lo studio e si specializza in danza orientale, disciplina nella quale trova piena realizzazione artistica ed espressiva sui palchi di numerosi festival ed eventi nazionali ed internazionali.

BIO ALBERTO CURCI

Ballerino, insegnante, coreografo di hip hop e teatro-danza. Ospite in varie manifestazioni internazionali come lo “Shanghai International Magic Show” e il programma in onda su France2 “Le plus grande cabaret du monde”, dal 2015 è direttore artistico della compagnia Sciuscià 3.0.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • A Foggia l'antologica di Matteo Manduzio: 50 anni di attività artistica tra pittura e libri antichi

    • dal 7 al 28 marzo 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti

I più visti

  • Weekend al Mat: laboratori e visite per grandi e piccini nei fine settimana di marzo

    • dal 29 febbraio al 29 marzo 2020
    • MAT Museo dell’Alto Tavoliere
  • Lunatic@ agli archi

    • dal 20 febbraio al 16 aprile 2020
    • Agli Archi di Villa Maria
  • A Foggia l'antologica di Matteo Manduzio: 50 anni di attività artistica tra pittura e libri antichi

    • dal 7 al 28 marzo 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti
  • Anche a Foggia “Margherita per Airc“, un fiore per la ricerca

    • Gratis
    • dal 6 marzo al 25 aprile 2020
    • Garden Piccolo Giardino
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento