San Marco in Lamis è pronta per la processione delle fracchie. Don Matteo ai fracchisti: "Uniti si cresce!"

Il programma dell'evento di venerdì 19 aprile a San Marco in Lamis. La processione inizierà alle 19. Ieri sera momento di preghiera con i fracchisti

"Uniti si cresce!” Queste le parole di don Matteo che hanno caratterizzato l'ultima fase organizzativa del venerdì Santo di San Marco in Lamis. Parole riprese dal sindaco Merla, lunedì sera, intervenuto durante l’incontro per organizzare e definire il percorso ed il posizionamento delle fracchie. Il primo cittadino ha ricordato ai fracchisti l’importante ruolo che ricoprono durante la processione e ringraziandoli per gli sforzi ed il lavoro svolto.

Un vero e proprio momento di crescita che sta riportando il mondo delle fracchie al vero significato fatto di fede, storia e cultura. Tutto ciò grazie all’impegno congiunto delle forze in campo: fracchisti, Arciconfraternita, Associazione Le fracchie e Amministrazione Comunale che hanno fatto sì che il martedì Santo diventasse il giorno dedicato ai fracchisti.

Proprio a loro don Matteo ha riservato un posto speciale durante la Santa Messa delle 18, per poi concludere nella serata con un bel momento di preghiera vicino una fracchia con tutti i fracchisti.

Il programma dell'evento del 19 aprile 2019

Il Venerdì Santo inizia alle ore 5,30 con la processione della Madonna Addolorata accompagnata dal canto dello Stabat Mater, uno dei momenti di maggior devozione con la Madre che va in cerca del Figlio, compiendo un itinerario che la porta a visitare gli Altari della reposizione allestiti nelle chiese fin dalla sera del Giovedì Santo.

Alle 10 apertura del Museo delle fracchie presso l’Istituto Balilla a cura dell’Associazione “Le fracchie” e delle classi V dell’Istituto Balilla Compagnone Rignano G. Nella mostra saranno esposti anche i lavori degli alunni, manufatti rappresentativi dei sette dolori della Vergine che sintetizzano quanto appreso in incontri con esperti e studiosi, occasioni per comprendere l’iconografia rappresentante la “Madre dolente” che accompagna il Figlio nel doloroso cammino verso la croce. A sostenere il cammino dell’Addolorata nella processione serale, oltre la fracchia degli alunni della 3°A, ci saranno anche i lampioncini realizzati dagli alunni delle classi prime del “Balilla” e quelli dei piccoli dell’ACR.

Alle 10.30 accoglienza dei rappresentanti della comunità di Agnone, nota per la “N’docciata” e quelli della città di Fara Filiorum Petri, terra delle Farchie. A suggellare il gemellaggio della nostra comunità con quella di Fara si ospiterà, oltre la delegazione di rappresentanza, un nutrito gruppo di alunni faresi che condivideranno con i nostri ragazzi momenti di formazione e divertimento attraverso un percorso di conoscenza dei luoghi rappresentativi del nostro paese e chiaramente dei momenti più emozionanti della nostra tradizione.

Alle 10.45 il piazzale dell’Istituto ospiterà gli artisti dell’Accademia Napoletana dei madonnari, che cattureranno sulle loro tele i momenti più significativi della manifestazione.

Alle 11 consegna delle chiavi presso la chiesa di San Bernardino.

Alle 17 la processione del Gesù morto con i segni della Passione e al rientro canto solenne del Miserere (chiesa Sant’Antonio Abate).

Alle 19 l’attesa processione della Madonna Addolorata accompagnata dalle fracchie, le enormi torce di legno, costruite dagli abitanti di San Marco in Lamis, utilizzate per illuminare il percorso della Madonna Addolorata alla ricerca del Figlio. Tra le tante fracchie costruite dai devoti fracchisti non mancherà quella rappresentativa dei sammarchesi nel mondo, un modo per sottolineare il vivo legame che esiste tra le tradizioni e il suo popolo, ovunque esso si trovi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Ecco i Bus Rapid Transit, il progetto che non vuole far rimpiangere il treno-tram. Parla Riccardi: "Soldi restano qui"

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale: paura in viale Fortore, auto con mamma e figlio finisce contro un muro

  • Cronaca

    VIDEO | Sbarco alle Tremiti: le immagini dei migranti che salutano l'isola che li ha soccorsi e accolti

  • Sport

    L'amaro sfogo di Pirazzini: "Fa male vedere il Foggia in questa situazione. Salvezza? Più facile puntare ai playout"

I più letti della settimana

  • Attimi di paura in un fondo agricolo: incastrato con la gamba nella fresatrice, agente penitenziario portato in ospedale

  • Incidente stradale sulla Foggia-Lucera: auto e Apecar si scontrano sulla Statale 17 in direzione del capoluogo

  • Minaccia di morte una donna, lei chiama il 112: carabiniere aggredito in strada e "nessuno è intervenuto"

  • Altra aggressione ad un carabiniere: accade agli Ospedali Riuniti, arrestato

  • Blitz antidroga, dieci arresti sul Gargano: cadono boss ed esponenti di primo piano

  • Migranti sbarcano alle Isole Tremiti: ci sono bambini, donne e anche due neonati

Torna su
FoggiaToday è in caricamento