Torna 'A s... Cunzulate', al Teatro Regio lo storico successo del trio Norillo-Mancini-Colecchia

Torna “A s... Cunzulate”: dal 2 dicembre di nuovo in scena al Teatro Regio di Capitanata di Foggia lo storico successo di Michele Norillo, con Giovanni Mancini e Mirna Colecchia

Un grande ritorno per la commedia in vernacolo foggiano: sabato 2 dicembre sul palcoscenico del Teatro Regio di Capitanata di Foggia (in via Guglielmi, 8a - c/o Chiesa Madonna del Rosario) dopo molti anni dall’ultima rappresentazione (14 anni per l’esattezza) andrà di nuovo in scena la commedia in due tempi A s... Cunzulate, scritta e diretta da Michele Norillo. “Sono davvero contento – racconta Michele Norillo - che la 17a stagione teatrale Enarché 2017-18 abbia messo in cartellone questa commedia: per me questa commedia ha un valore particolare perché è la prima che ho scritto. un testo che tanto successo ha riscosso in passato e che, ne sono certo, il pubblico accoglierà di nuovo con calore.”

La trama. Ambientata a Foggia a cavallo tra gli anni ’50 e ’60 del secolo scorso, la storia narra le vicende di una vedova – Addolorata, interpretata da Mirna Colecchia – che vive in un “basso” di un rione popolare e riceve la visita di Franco (Giovanni Mancini), perito assicurativo che deve liquidare l’indennizzo per la scomparsa del marito della povera vedova, un marittimo deceduto in mare. Ma, come un tempo era consuetudine soprattutto nei quartieri popolari, le vicende personali non restano mai tali e intorno alla “sconsolata” vedova girano tanti personaggi: il fruttivendolo Lalino (Michele Norillo), Tanuccella, donna fin troppo devota - a Foggia la chiamano bizzoca, (ne veste i panni Cinzia Citarelli), la prostituta Chiarina (Antonella Viggiano) e il terrazzano Ciccillo (Attilio “Passarill” Di Santo”). Con tutti questi personaggi va da sé che le risate sono assicurate ma, è sempre Norillo a dirlo, quello che la commedia mette in mostra è lo spaccato di una Foggia com’era un tempo (non troppo lontano, in effetti): una città nella quale la vita era semplice per necessità, i beni materiali erano davvero pochi, le usanze e le tradizioni erano sentite. Non mancano nella commedia i richiami ai riti di un tempo, e le musiche e i balli che rendevano allegra l’esistenza. Il finale, che non sveliamo, è a sorpresa.

A s... Cunzulate riporta insieme sulla scena dopo molti anni tre attori “storici” del Teatro Regio di Capitanata, ovvero Mirna Colecchia, Michele Norillo e Giovanni Mancini, che con Carlo Bonfitto, presidente della compagnia Enarché, sono i fondatori del Teatro Regio di Capitanata: un’avventura che continua con successo da molti anni, tant’è che quella in corso è la 17a stagione teatrale. Bonfitto, Colecchia, Mancini e Norillo, insieme a tanti attori e tecnici (l’elenco sarebbe troppo lungo a volerli citare tutti) al Teatro Regio di Capitanata hanno dedicato tempo e passione, con il semplice intento di divertire il pubblico e, soprattutto, di divertirsi per primi essi stessi. Una realtà culturale a tutto tondo quella di Enarché al T. Regio di Capitanata: oltre alla commedia il cartellone propone spettacoli di teatro per famiglie, corsi di teatro e di cabaret, messinscene in lingua, serate di musica.

Le scenografie sono curate da Maria Grazia de Rosa, i costumi da Angela Infante, il sistema audio-luci da Andrea Longone; assistente di palco è Maria Cristina Uricchio; fotografo di scena è Alessandro Forcelli.

Tante le repliche in programma: andranno avanti infatti per tutto il mese di dicembre 2017 e per i mesi di gennaio e febbraio 2018.

Ricordo inoltre che sabato 2 e domenica 3 dicembre, prima dell’inizio della rappresentazione, proseguirà l’iniziativa Teatro Solidale: il Teatro Regio di Capitanata ed Enarché ospiteranno sul palco i rappresentanti dell’UAL di Foggia (Unione Amici di Lourdes, ONLUS che da decenni assiste malati e handicappati cronici), che faranno conoscere al pubblico la loro importante realtà e i loro progetti di solidarietà.

17a Stagione Teatrale 2017/18

A s... Cunzulate

Commedia in vernacolo foggiano in due tempi

Testo e regia di Michele Norillo

Con: Mirna Colecchia, Giovanni Mancini, Michele Norillo, Cinzia Citarelli, Antonella Viggiano, Attilio “Passarill” Di Santo

Sabato 2 e domenica 3 dicembre 2017

Foggia, Teatro Regio di Capitanata – via Guglielmi, 8a (c/o Chiesa Madonna del Rosario)

Porta: ore 20.30, sipario ore 21.00

In scena: 9-10-16-17/2017; 13-14-27-28/1/2018; 3-4-10-11/2/2018

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Mogol racconta Mogol": il più grande paroliere italiano apre la nuova stagione del "Giordano"

    • dal 13 al 14 novembre 2019
    • Teatro Umberto Giordano
  • "Storie di donne e anche la mia": Michela Diviccaro apre la prima edizione della rassegna Teatro On

    • 15 novembre 2019
    • Piccola Officina Teatrale
  • Foggia a Teatro: al "Fuoco" un mix tra burlesque e comicità

    • 15 novembre 2019
    • Teatro del Fuoco

I più visti

  • Rodi ospita il "Gargano Comics": al porto la prima edizione della mostra-incontro sul fumetto

    • dal 19 ottobre al 19 novembre 2019
    • Porto Turistico
  • Dai cambiamenti climatici al fenomeno Greta: a San Marco in Lamis incontro con il meteorologo Guido Guidi

    • 16 novembre 2019
    • Auditorium Teatro Giannone
  • “Il Cuore di Foggia”: Parcocittà ricorda le vittime del crollo di viale Giotto

    • dal 9 al 17 novembre 2019
    • Parcocittà
  • "Mogol racconta Mogol": il più grande paroliere italiano apre la nuova stagione del "Giordano"

    • dal 13 al 14 novembre 2019
    • Teatro Umberto Giordano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento