La prigionia del giovane Pertini raccontata in un film girato sul Gargano

Il film, diretto da Giambattista Assanti, racconta gli anni di prigionia del giovane Sandro Pertini e sarà presentato in anteprima regionale questa sera. I luoghi del film (Ponza e Ventotene) sono stati ricostruiti nella città garganica con la partecipazione di diverse comparse locali

Sarà trasmesso giovedì 14 novembre a Vieste in anteprima regionale il film “Il giovane Pertini" girato nella città garganica nei mesi scorsi. Prodotto e distribuito dalla Genoma Films, con il patrocinio del Comune di Vieste, il film diretto da Giambattista Assanti, è stato selezionato dalla Camera dei Deputati in occasione dell’anniversario della nascita del presidente più amato dagli italiani. Il film, interpretato da Dominique Sanda, Gabriele Greco, Gaia Bottazzi, Andrea Papale, Antonio Pisu, Massimiliano Buzzanca, Ivana Monti, Cesare Bocci, Nicola Acunzo, M. Enrico Montesano e Roberto Nobile, racconta gli anni della prigionia del giovane Sandro Pertini, attraverso un intenso e commovente rapporto epistolare con la madre Maria Muzio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I luoghi del film (Ponza e Ventotene) sono stati ricostruiti nella città di Vieste con la partecipazione di diverse comparse locali. Il film è tra i candidati al David di Donatello 2019. In Puglia sarà presentato in prima regionale giovedì 14 novembre alle ore 20,30 presso il cinema Adriatico dove sarà trasmesso fino a martedì 19 novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento