La magia dei falò di San Giuseppe a Bovino

In occasione della festa di San Giuseppe, anche a Bovino si accendono i tradizionali falò. I falò fanno parte di un rituale di purificazione e di consacrazione, sono riti pagani e in passato avevano il significato di celebrare l’arrivo della primavera e l’invocazione di una buona annata per la raccolta nei campi.

Quelli del 19 marzo si accendono in onore della celebrazione di San Giuseppe in cui rituali pagani e religiosi si incontrano come spesso accade al Sud. I tradizionali "Fuochi" o "Falò" erano quei fuochi che i contadini accendevano per bruciare le potature e propiziarsi così una buona annata per la raccolta nei campi. L’accensione dei falò a Bovino nella ricorrenza di San Giuseppe affonda le radici nel tempo mescolandosi ai culti tipici del mondo pagano-precristiano. Non a caso la ricorrenza in onore di San Giuseppe corrisponde all’equinozio di primavera ed i fuochi sono simbolo di purificazione per la rinascita della natura. A Bovino i ragazzi si adoperano sin dal mese di febbraio per la raccolta delle frasche rinvenienti dalla potatura degli alberi di ulivo al fine di allestire falò nei pressi delle loro abitazioni o nelle piazzette di ritrovo.

Anticamente il falò più importante era quello la sera della Festività di San Giuseppe nella piazzetta antistante la Chiesa dell’Annunziata ove si onora il Santo. Quando le fiamme si spegnevano vi era l’usanza di mettere sotto la brace delle patate, lampascioni, pane o pizza di granoturco, pochi erano quelli che si permettevano la salsiccia. Da alcuni anni la Pro Loco di Bovino e la Confraternita della SS Annunziata per potenziare il culto delle antiche tradizioni nelle giovani generazioni indicono una gara tra i rioni del centro abitato per l’allestimento e l’animazione dei falò secondo un apposito regolamento con premi in prodotti tipici alle squadre concorrenti. In virtù del crescente successo e consensi riscossi in questi ultimi anni, la Pro Loco, pur mantenendo lo spirito goliardico della gara, si è attivata nella valorizzazione della manifestazione che è rientrata, a buon titolo, tra gli Eventi legati alla tradizione e al folklore popolare protesi alla promozione turistica del nostro territorio montano che, oltre alle bellezze artistiche e paesaggistiche vanta una buona e sana cultura enogastronomica. Si vuole così offrire anche ai turisti che fanno il giro delle piazzette nell’atmosfera magica del borgo antico la possibilità di degustare le specialità alla brace; non mancheranno, inoltre, zeppole, prodotti tipici e buon vino.

Informazioni: Pro Loco Bovino 0039 0881 966475

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Dal Festival dei Colori alla Notte Azzurra: l'estate mattinatese targata Circolo Oasis

    • dal 29 giugno al 21 agosto 2019
    • Centro
  • Attori, comici, illustratori e giornalisti celebrano i 30 anni della Riserva Marina Isole Tremiti: anche Ron tra gli ospiti

    • dal 10 giugno al 30 settembre 2019
  • Sul Gargano va in scena il primo 'Gentlemen's bikers'

    • 8 settembre 2019

I più visti

  • "Viestestate 2019", il ricco programma degli eventi: si parte con il Vieste Magic Festival

    • dal 31 maggio al 1 settembre 2019
  • I Boomdabash a Rocchetta Sant'Antonio: concerto gratuito in piazza nella festa patronale

    • 26 agosto 2019
    • Centro
  • Roby Facchinetti a Sant'Agata di Puglia: live gratuito in piazza

    • solo oggi
    • 21 agosto 2019
    • Centro
  • Il Summer Tour dei The Kolors fa tappa a Foggia: concerto in via Zara

    • Gratis
    • 25 agosto 2019
Torna su
FoggiaToday è in caricamento