'E la chiamano estate...' sui Monti dauni, con Giuseppe Milici, ospite d’eccezione

Terzo appuntamento ad Orsara con Beppe Delre e il noto armonicista siciliano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Un titolo evocativo, cinque grandi professionisti e una partecipazione straordinaria: sono questi gli elementi del quarto appuntamento del Festival dei Monti Dauni, in programma ad Orsara di Puglia, presso il cortile del Palazzo Baronale, giovedì 8 agosto, alle 21.30.

L’ospite d’eccezione è Giuseppe Milici, autore di importanti colonne sonore per la televisione e per il cinema e considerato uno dei più grandi armonicisti viventi ed uno dei pochissimi a utilizzare l’armonica nel linguaggio jazz. Il titolo “E la chiamano estate…” è un omaggio al celebre brano di Bruno Martino su testo di Franco Califano e il concerto è dedicato ai grandi temi tratti dalla canzone d’autore italiana ed internazionale. Un progetto inedito quello proposto da Giuseppe Delre, per viaggiare con la musica pop dagli anni 60 in poi, tornando indietro nel tempo, scavando tra le emozioni che solo la magia di alcuni brani riesce a far riaffiorare.

Beppe Delre, noto crooner pugliese, è cantante, autore e vocal coach di grande maestria, con esperienze in Italia e all’estero e partecipazioni a rassegne e festival, riscuotendo larghi consensi di critica e di pubblico, oltre a a vincere due premi quali “Miglior Coroner 2009” e “Best jazz Singer 2010” agli Italian Jazz Awards ed essere sempre presente nella top ten nella categoria cantanti jazz al Jazzit Awards dal 2010 al 2018. Inoltre, è solista di diverse orchestre di musica leggera e big band dirette da importanti maestri. La partecipazione straordinaria del talentuoso armonicista siciliano Giuseppe Milici, allievo del grande Willi Burger, rende lo spettacolo particolarmente suggestivo.

Nella sua lunga carriera, iniziata nel 1983, Milici si esibisce svariate volte negli USA (incluso il Blue Note di New York), Olanda, Svizzera, Marocco, Australia, Inghilterra, Francia, Sudafrica, Mozambico, Germania, Polonia, Giappone ed Argentina. Si esibisce al fianco di artisti di fama internazionale e inizia poi a lavorare anche nell’ambito della musica classica. Dal 2008 iniziano per Milici gli anni delle tournée internazionali che lo vedono impegnato sui palcoscenici di alcuni tra i più prestigiosi locali e teatri del mondo. Il Festival ritorna poi con il quinto appuntamento, lunedì 12 agosto a Deliceto, con “Tango e dintorni” a cura del Trio Celos. Il Festival dei Monti Dauni rientra nella Rete “D.A.M.A.” sostenuta dalla Regione Puglia – Patto per la Puglia - FSC 2014-2020.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento