'Camionisti in trattoria' riparte dal Sud. Chef Misha stregato dai piatti pugliesi: "L'Orecchietta" vince la prima puntata della nuova stagione

Il ristorante di Candela si è aggiudicato il premio 'Coppa di Coppa' e una menzione speciale nell'app della trasmissione resa celebre da Chef Rubio. Ma il nuovo conduttore Misha Sukyas ha apprezzato non poco anche i piatti dell'Oasi Le Fontanelle di Cerignola e del 'Bologna' di Canosa

"Solo gli autotrasportatori conoscono le isole del tesoro nel mare di asfalto che attraversa l'Italia: le trattorie da camionisti. Posti mitologici dove le porzioni sono da denuncia e il prezzo più che amico, è praticamente un fratello". 

Comincia così la prima puntata della quarta stagione di 'Camionisti in trattoria', programma televisivo trasmesso sul Canale Nove, resa celebre da Chef Rubio, quest'anno sostituito dallo chef milanese di origini armene Misha Sukyas. Il format resta lo stesso: il conduttore incontra tre camionisti per assaggiare le delizie del posto nella trattoria di fiducia. Per la prima puntata, andata in onda il 25 gennaio scorso, la meta scelta è stata la zona settentrionale della Puglia. Sukyas, guidato dai camionisti Piero Ciacciulli, Raffaele Davide e Simone Antolini, ha fatto visita a tre trattorie: la 'Bologna' a Canosa di Puglia, L'Orecchietta a Candela, e Oasi Le Fontanelle a Cerignola. 

Guarda l'intera puntata

"La Puglia settentrionale è tra i luoghi sacri dove mangiare bene e spendere poco. Dove il matrimonio tra camionisti e trattorie non si scioglie nel divorzio, ma nel grasso". Metafore che trovano conferma nei ricchi e gustosissimi menu (tutti a basso costo) che Sukyas ha assaporato nei tre locali. Dalle classiche orecchiette con le cime di rape della trattoria 'Bologna', lo chef milanese ha fatto poi tappa presso L'Orecchietta, dove ha potuto gustare i maltagliati con finocchietti e pomodorini, laganelle con cicoria e purè di fave; e poi ancora girello di vitello, agnello con patate e lampascioni, più un dolce realizzato con il pan di spagna di grano arso.

Poi, salto a Cerignola, dove Sukyas ha scoperto i cavatelli 'mari e monti' dello chef Peppone, e deliziato il proprio palato con gli involtini alla cerignolana e le seppie e cicoria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine del tour, il premio 'Coppa di Coppa' è andato alla trattoria L'Orecchietta. A riceverlo, il titolare Ercole Santarella, il cui ristorante a conduzione familiare (con lui lavorano la moglie Lucia, e i figli Mario e Mariateresa. I primi due in cucina), riceverà anche una menzione speciale nell'app di Camionisti in trattoria: "Oggi sono orgoglioso, ringrazio la Daunia e la Puglia", ha commentato Santarella. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

  • "Chiudo la movida". Emiliano: "Sono pronto". E nella 'Spaccanapoli' di Foggia assembramenti senza mascherine

Torna su
FoggiaToday è in caricamento