Il tour velico di Assonautica fa tappa a Manfredonia: equipaggi provenienti da tutta Italia alla scoperta delle eccellenze locali

L'obiettivo è far divenire i porti e gli approdi turistici non solo luoghi di ormeggio e assistenza tecnica, ma 'porte di accesso' e guida alla scoperta di un entroterra con un immenso patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico

Anche quest’anno, dal 28 al 30 giugno 2020, ha fatto tappa a Manfredonia all’eccellente Porto turistico, Marina del Gargano, il tour velico “Appuntamento in Adriatico” della Assonautica Italiana.

Barche con equipaggi di diverse regioni adriatiche stanno facendo tappa in numerosi porti dell’Adriatico. Uno sforzo notevole di organizzazione portato avanti nel tempo, dal Consigliere Nazionale di Assonautica Prof. Paolo Dal Buono, fondatore ideatore del progetto che porta i velisti alla scoperta delle principali attrazioni turistiche culturali ed enogastronomiche locali e dell’immediato entroterra, affinché al ritorno possano testimoniare ai loro amici, le eccellenze scoperte, e divulgarne le peculiarità.

Evento aperto ai diportisti nautici giunto alla 32/a edizione, ma solo nelle ultime edizioni sta approdando a Manfredonia grazie al rinnovato impegno dell’Ing. Salvatore Guglielmi, Presidente delegato della Assonautica provinciale di Capitanata, che sta portando avanti un rilancio dell’Associazione sul territorio provinciale, grazie anche al sostegno della Camera di Commercio di Foggia e del Presidente Assonautica Nazionale, Dr. Alfredo Malcarne.

Il tour velico rappresenta non solo una prova di elevata marineria, ma anche importante occasione per valorizzare la nautica da diporto come vettore di turismo, sicurezza e sostenibilità ambientale e per ragionare sul rilancio economico del comparto nautico e offerta turistica connessa. Dell'edizione 2020 si è parlato anche alla Bit, la Borsa Internazionale del Turismo di Milano, ove si è discusso di strategie di sviluppo del turismo nautico e di classificazione dei Marina Resort, temi sui quali le Regioni italiane, in attuazione del Piano Strategico di Sviluppo del Turismo italiano e in Accordo di Programma con il ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo (Mipaaft), avvieranno progettazioni di sistema, informazione e accoglienza turistica. Tutte azioni finalizzate alla costruzione di un prodotto 'turismo nautico' intorno al quale attivare iniziative tipiche di promozione turistica e accoglienza normalmente applicate ad altri segmenti turistici di nicchia.
Un efficace approccio di promozione turistica, sia della località in cui insiste il porto sia di quelle del sistema di offerta circostante, per riconoscere nella navigazione da diporto un vero segmento turistico al pari, ad esempio, del turismo enogastronomico, turismo all'aria aperta, mototurismo e cicloturismo.

L'obiettivo è far divenire i porti e gli approdi turistici non solo luoghi di ormeggio e assistenza tecnica, ma 'porte di accesso' e guida alla scoperta di un entroterra con un immenso patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico. All'attenzione per la portualità turistica dovrebbe sostituirsi una progettualità per la destinazione turistica portuale, armonizzando la legislazione e la classificazione dei Marina Resort e degli approdi nautici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri sera presso lo Yachting Club un incontro che ha ben rappresentato e sottolineato gli obiettivi sopra detti, alla presenza del Comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia, C.F. Giuseppe Turiano, del Presidente del Marina, Ciro Gelsomino, del Presidente Yachting Club, Luigi Tridello, e del Direttore del Marina, Andrea Zullo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento