Pellegrini in transito verso l’Incoronata, la Misericordia di Orta Nova in prima fila

La comunità ortese, con i volontari di Protezione Civile e del Servizio Civile Universale, ha garantito l’accoglienza alla compagnia di Lavello, in transito nel Comune del Reali Siti per il pellegrinaggio religioso in onore della Madonna dell’Incoronata

Nel rispetto di una tradizione millenaria che si ripresenta di anno in anno e nell’osservanza dello spirito di accoglienza che contraddistingue la nostra comunità, la Misericordia di Orta Nova, con i volontari di Protezione Civile e del Servizio Civile Universale, ha garantito l’accoglienza alla compagnia di Lavello, in transito nel Comune dei Reali Siti per il pellegrinaggio religioso in onore della Madonna dell’Incoronata. In particolar modo nella notte di venerdì i fedeli giunti dalla provincia di Potenza sostano ad Orta Nova, prima di partire alla volta del Santuario dell’Incoronata dove prendono parte alle celebrazioni in onore della Madonna bruna.

La Misericordia di Orta Nova, sin dal primo pomeriggio di venerdì 26 aprile, ha allestito due postazioni di ristoro per i pellegrini. Una prima tenda di accoglienza era presente sulla SP81, dove i volontari hanno distribuito circa 1100 bottiglie di acqua acquistate con il fondo di Protezione Civile. Successivamente, dopo l’ingresso della carovana ad Orta Nova, la tenda posizionata in Via Stornarella ha distribuito circa 800 cornetti salati, circa 200 plumcake e 900 pacchetti di crackers, acquistati con le risorse proprie della Misericordia di Orta Nova e concessi tramite il Banco Alimentare, nello specifico del Punto Carità di Orta Nova.

“Tutti gli anni diamo la nostra massima disponibilità per questo evento perché crediamo nell’importanza delle nostre tradizioni e nella fede di queste persone che mettono la loro incolumità a rischio per raggiungere e venerare la Madonna” – spiega il Governatore, Giuseppe Lopopolo. “Ringrazio i volontari per questo grande sforzo in termini di energie, siamo sicuri che i nostri ospiti di Lavello avranno apprezzato il nostro impegno”.

Per garantire la massima sicurezza ai pellegrini in transito la Misericordia di Orta Nova ha impiegato i seguenti mezzi: n.1 Ufficio mobile concesso dalla Provincia di Foggia per effettuare il coordinamento di Protezione Civile, n.2 mezzi di trasporto logistico, n.2 carrelli appendice, n.1 ambulanza di tipo A, n.1 pullmino per trasporto disabili e n.1 auto sociale. Per i servizi svolti sono stati impegnati n.36 volontari, tra incaricati di Protezione Civile, soci volontari e volontari di Servizio Civile.

Nello specifico la Misericordia di Orta Nova ha garantito un servizio di coordinamento di protezione civile, un servizio di ambulanza “INDIA”, un servizio antincendio e un servizio di assistenza e sicurezza nei pressi della Parrocchia BVM dell’Altomare. L’impegno dei volontari della Misericordia di Orta Nova proseguirà per tutta la notte di venerdì e per la prima mattina di sabato, quando alle ore 4 le tute gialloblu affiancheranno i pellegrini nella prosecuzione del loro cammino verso il Santuario dell’Incoronata. Durante la notte i volontari di Protezione Civile effettueranno anche un servizio di prevenzione-antincendio durante lo sparo dei fuochi d’artificio a Stornarella. Terminati questi adempimenti la confraternita ortese esporrà il proprio gonfalone alla tradizionale cavalcata degli angeli presso il Santuario dell’Incoronata.

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Incidente mortale tra San Severo e Apricena, violento scontro tra auto e tir: purtroppo c'è una vittima

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • Il mare della Puglia è il terzo più bello d'Italia: quello di Vieste, Mattinata, Tremiti e Monte premiato con 4 vele

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

  • Attimi di paura in ospedale: violento irrompe in Pronto Soccorso, aggredisce infermiere e lancia in aria pc e defibrillatore

  • La Capitanata in lutto: è morta la 'nonna d'Europa' Giuseppa Robucci, si è spenta a 116 anni (e 90 giorni)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento