Monti Dauni, Biccari getta le basi per l’Unione dei Comuni: insieme quelli del Monte Cornacchia

Il sindaco Gianfilippo Mignogna: “Con i sindaci dei comuni interessati abbiamo grande intesa ed omogeneità di storia e bisogni. In questa direzione occorre continuare a lavorare”

Biccari night Nick Russills photo.jpg

Biccari fa il primo passo verso l’Unione dei Comuni dei Monti Dauni. Il Consiglio comunale ha infatti approvato la bozza di Statuto e Atto costitutivo della collaborazione istituzionale tra le municipalità legate al Monte Cornacchia. All’ente di secondo livello, aderiranno anche Castelluccio Valfortore, Celle San Vito, Faeto e Roseto Valfortore. L’approvazione fa seguito al primo incontro del 3 novembre scorso tra i rappresentanti istituzionali dei cinque comunali, che ora chiedono alla Regione Puglia anche la sospensione degli effetti dell’Ambito regionale ottimale, Aro Fg7.

Così il sindaco di Biccari, Gianfilippo Mignogna: “Ci stiamo muovendo con grande entusiasmo, consapevoli della necessità di esercitare certe funzioni in forma associata, come previsto dalla legge, allo scopo di garantire servizi alle nostre popolazioni che altrimenti difficilmente potremmo assicurare, a causa delle note vicende finanziarie che investono tutti gli enti locali italiani. Con i sindaci dei Comuni interessati all’Unione del Monte Cornacchia abbiamo grande intesa ed omogeneità di storia e bisogni. In questa direzione occorre continuare a lavorare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • Bollettino tragico: quattro morti in provincia di Foggia, solo oggi 120 positivi al Coronavirus in Puglia

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento